Vaccini, rischi trombotici con AstraZeneca erano noti: ma il Comitato Scientifico li ignorò

Condividi su:

Vaccini, rischi AstraZeneca noti. Ma il CTS disse sì agli Open Day. Torna d’attualità, grazie ad un’inchiesta di Report su Rai Tre il vaccino AstraZeneca. Nell’Unione europea sono attese fino a marzo altre 200 milioni di dosi, ma verranno regalate ai Paesi in via di sviluppo. Ai giovani dell’Italia e dell’UE non conviene dare AstraZeneca per i rischi di eventi trombotici, per quanto rari; i meno giovani non si fidano più. E nei giorni scorsi Report ha gettato un’ombra sulla gestione, nella primavera scorsa, del vaccino anglo-svedese, che prima non si doveva dare agli anziani e poi, dopo l’allarme per le trombosi con carenza di piastrine (trombocitopenia), è stato escluso per giovani.

Il 7 aprile 2021, dopo la sospensione decisa con altri Paesi a marzo, anche in Italia AstraZeneca fu consigliato solo dai 60 anni in su. Ma ancora il 12 maggio, quando le scorte di AstraZeneca si accumulavano mentre mancavano Pfizer e Moderna, il Comitato scientifico autorizzava le Regioni, Liguria e Sicilia, a fare gli Open Day con AstraZeneca per tutti gli over 18 volontari. Il verbale citava il report dell’Agenzia europea del farmaco Ema che riferiva di appena 1,1 “eventi trombotici” collegabili al vaccino su 100mila somministrazioni contro 8 decessi da Covid su 100mila persone, dato in sé corretto ma solo per la fascia d’età 50/59 anni, che non era quella su cui concentrare le attenzioni. Solo l’11 giugno renderanno vincolante la raccomandazione, dopo la morte il 10 della 18enne ligure Camilla Canepa che ora i periti del pm attribuiscono alla vaccinazione (del 25 maggio). affaritaliani.it

Condividi su:

8 thoughts on “Vaccini, rischi trombotici con AstraZeneca erano noti: ma il Comitato Scientifico li ignorò

  1. PURTROPPO SIAMO GOVERNATI DALLE BESTIE DI SATANA…ELETTI DA NESSUNO, HANNO IL PIENO POTERE E LO APPLICANO CON UNA FEROCIA E CRUDELTA’ SENZA PARI…DEVE FINIRE! DEVE FINIRE.

  2. DA TWITTER https://twitter.com/chancegardiner

    Chance Person fencing il Giardiniere@ChanceGardiner

    Prof.@MartinKulldorff di Stanford:

    “Sin dalla peste ateniese nel 430 a.C. sappiamo dell’immunità naturale. Quindi è strano che improvvisamente le persone lo mettano in dubbio”.

  3. Se scoppiasse la bugna Astrazeneca, ma una vera bugna, probabilmente non fermerebbe le vaccinazioni Pfitzer ma farebbe cadere il CTS, Sileri, Toti, Speranza e Figluolo, e farebbe perdere credibilità a tutti i giornalisti che hanno magnificato il vax astra ed hanno negato eventi avversi. Uno scandalo di questa portata, se abbinato alla diminuzione naturale dei contagi ed intensive (e al fatto che la maggioranza dei pazienti in intensiva sono vaccinati, in proporzioni 80-20, quanto i vax e non vax, quindi è chiaro che il vax non funziona, altrimenti sarebbero in proporzioni ben diverse) potrebbe far crollare tutto il sistema del GP ed ogni idea malsana di continuare questa disgraziata politica pseudo-sanitaria.

  4. GUARDATE GLI EFFETTI COLLATERALI DEL VACCINO ASTRAZENECA SU MAUREEN DEBOICK (VIDEO).

    “The Mount Barker resident had her first jab at the Plantagenet Medical Centre on March 24. Weeks later she developed headaches, which she still suffers from, and black blisters inside her mouth.

    At one point she told her daughter: “I don’t feel like I’m in my body.”Mrs Deboick was put on a high dose of steroids and takes 20 pills a day for the side effects. She shakes, has hearing and sight loss, diabetes and headaches that have put her in hospital. “It throws up different things all the time. It’s thrown up the unsteadiness, I stagger around like an old drunk. My hearing has gone down … I needed new glasses,” she said.

    “I can’t do a lot of the things that I used to do. “I’ll get there. If life is different, then it’s different. It’s still life”.

    https://www.watoday.com.au/national/western-australia/wa-great-grandmother-wants-pfizer-for-all-after-rare-reaction-to-astrazeneca-jab-20210719-p58b34.html

    1. T R A D U Z I O N E

      “La residente di Mount Barker ha ricevuto la prima iniezione il 24 marzo al Plantagenet Medical Center. Settimane dopo ha sviluppato mal di testa, di cui soffre ancora, e vesciche nere all’interno della bocca.

      A un certo punto ha detto a sua figlia: “Non mi sento di essere nel mio corpo”. La signora Deboick è ora sottoposta a una dose elevata di steroidi e prende 20 pillole al giorno per gli effetti collaterali. Trema, ha perso parte dell’udito e della vista, ha il diabete e mal di testa – che l’hanno portata in ospedale. “Ha scatenato (il vaccino) tantissime cose diverse tutte allo stesso tempo. Ha generato in me l’instabilità: barcollo come un vecchio ubriacone. Il mio udito è calato… ho avuto bisogno di nuovi occhiali”, ha detto.

      “Non posso più fare molte delle cose che facevo prima. “Ci devo convivere. Se la vita è diversa, allora è diversa. Ma è sempre vita”.

      https://www.watoday.com.au/national/western-australia/wa-great-grandmother-wants-pfizer-for-all-after-rare-reaction-to-astrazeneca-jab-20210719-p58b34.html

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.