Vaccinato con tre dosi muore per Covid a 49 anni: Castellammare piange Ciro Criscuolo

Condividi su:

CASTELLAMMARE DI STABIA – Le tre dosi di vaccino (compreso quindi il booster) non gli hanno impedito il contagio da Covid-19 che poi si sarebbe aggravato portandolo al decesso. Ricoverato in ospedale è morto cinque giorni fa Ciro Criscuolo. Fatale per il paziente di 49 anni l’essere entrato in contatto con il virus. Ma tutte queste dosi non dovevano proteggere soggetti fragili e non dalla malattia grave? Lo scrive Positano News.

Forte il dolore per la perdita dello stabiese che lavorava nel settore della edilizia. “Un angelo” lo definiscono amici e parenti. Una vittima di questa pandemia che ha tolto il futuro ad un uomo impegnato a combattere per guarire e continuare a vivere con la sua famiglia. Sono 4 le vittime del virus registrate dall’inizio del mese di febbraio in città.

Condividi su:

6 thoughts on “Vaccinato con tre dosi muore per Covid a 49 anni: Castellammare piange Ciro Criscuolo

  1. Dio Onnipotente, come possiamo perdonare questa strage di innocenti voluta a tutti i costi (WHATEVER IT TAKES) dal Governo dei “BRAVI” ?

    1. Non c’è nulla da perdonare, questi merdosi vanno impiccati in pubblica piazza per crimini contro l’umanità, compreso chi lavora per la chiesa, che ci ha rimbecilliti raccontando un mucchio di MENZOGNE!

  2. Non è che se non avesse fatto alcun siero sarebbe ancora vivo e vegeto? Domando con rispetto parlando.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.