USA, 36enne muore di Covid-19 nonostante fosse completamente vaccinato

Condividi!

STATI UNITI D’AMERICA – Un assistente di volo Maurice Shepperson di 36 anni è morto di Covid-19. Giovedì scorso, è risultato positivo dopo aver effettuato un viaggio alle Hawaii. L’uomo è stato ricoverato il 7 Luglio 2021, è stato disposto con un ventilatore, ma purtroppo è morto qualche settimana dopo. Circa due settimane prima l’assistente di volo aveva fatto un viaggio alle Hawaii.

L’uomo 36enne viveva a Las Vegas, è morto nell’ospedale di Henderson dopo aver speso diverse settimane con un ventilatore. Il suo test è risultato positivo qualche settimana dopo aver concluso il viaggio in Hawaii. La madre ha dichiarato che l’uomo prendeva diverse precauzioni per evitare il virus, inclusa quella di essere vaccinato al 100%, indossare una mascherina e lavarsi le mani più frequentemente. Lo riporta Cronaka 12.

Nel suo viaggio alle Hawaii, l’uomo ha portato con sé sua madre, ma entrambi hanno effettuato un tampone per riuscire a capire in che condizioni fossero entrambi. Il 7 Luglio 2021, l’uomo si reca in ospedale dichiarando di avere seri problemi respiratori. Quindi ha speso diverse settimane in ospedale attaccato ad un ventilatore. Hildreth ha cominciato una campagna fondi presso GoFundMe per riuscire ad aiutare la famiglia nelle spese funerarie inaspettate. Attualmente hanno raggiunto più di 9000$.

Condividi!

3 thoughts on “USA, 36enne muore di Covid-19 nonostante fosse completamente vaccinato

  1. La lettera di cui sopra segnala ad EMA che i firmatari sono convinti che i vaccini COVID-19 siano pericolosi, dati gli effetti collaterali (anche mortali), verificatisi alla data del 28 febbraio 2021. —> … In particular, we question whether cardinal issues regarding the safety of the vaccines were adequately addressed prior to their approval by the European Medicines Agency (EMA)…

  2. I MEDICI HANNO COSI’ SCRITTO AD EMA: “… We note that a wide range of side effects is being reported following vaccination of previously healthy younger individuals with the gene-based COVID-19 vaccines. Moreover, there have been numerous media reports from around the world of care homes being struck by COVID-19 within days of vaccination of residents. While we recognise that these occurrences might, every one of them, have been unfortunate coincidences, we are concerned that there has been and there continues to be inadequate scrutiny of the possible causes of illness or death under these circumstances, and especially so in the absence of post-mortems examinations….”.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: