Udine, ingegnere fulminato da malore a soli 32 anni: era in videoconferenza coi suoi colleghi

Condividi su:

UDINE — Era collegato in videoconferenza dal suo appartamento, Matteo Piuzzi, il 32enne morto a causa di un malore nel primo pomeriggio di ieri. E’ accaduto intorno alle 13 e connesse con lui c’erano molte altre persone da tutta Italia. Sono stati proprio gli altri partecipanti a dare l’allarme e a far scattare immediatamente i soccorsi. In particolare due hanno chiamato gli operatori della Sores fornendo il nome della persona, ma non sapevano il suo indirizzo. Con una veloce ricerca in anagrafica, i soccorritori hanno individuato l’ultima residenza ufficiale e inviato un’ambulanza a Moimacco, ma in realtà si è rivelata essere l’abitazione dei genitori.

Questi ultimi hanno fornito l’indirizzo corretto del figlio, via Pietro Micca a Feletto Umberto, ed è stata subito inviata un’altra ambulanza da Udine. All’arrivo, col supporto anche dei vigili del fuoco per l’apertura della porta (e di un parente), i sanitari hanno fatto ingresso nell’abitazione, trovando l’uomo privo di sensi. Hanno avviato immediatamente le manovre di rianimazione ma per l’uomo di 32 anni purtroppo non c’è stato nulla da fare. Ingegnere gestionale, nonostante la giovane età Marco stava facendo una brillante carriera: prima alla Fincantieri, poi era passato alla multinazionale francese del settore informatico Capgemini. Apprezzato da tutti, chi lo conosceva lo ricorda come una persona generosa, tranquilla e amante dello sport e dell’aria aperta. Lo ha riportato Friuli Oggi.

Condividi su:

13 thoughts on “Udine, ingegnere fulminato da malore a soli 32 anni: era in videoconferenza coi suoi colleghi

  1. Le capre di fronte ad un bel ciuffo di mandragola, sanno che se la mangiano muoiono, gli ingegneri brillanti vanno gioiosamente negli hub dei sieri Draghimposti.

    1. altra combinazione di morte improvvisa: 32 anni, ingegnere, videoconferenza (dopo pizza, caffè, ecc). meno male che io ho il doppio dei suoi anni, “quasi ingegnere”, videochiamate solo in vacanza MA soprattutto nessun kakkino

      1. Avrebbe dovuto essere una videoconferenza davvero pesante, per ucciderlo……

  2. altra combinazione di morte improvvisa: 32 anni, ingegnere, videoconferenza (dopo pizza, caffè, ecc). meno male che io ho il doppio dei suoi anni, “quasi ingegnere”, videochiamate solo in vacanza MA soprattutto nessun kakkino

    1. Condivido !

      I noti Cervelli in Fuga ( Spesso figli di papà…)… su Marte ( mentre la loro persona fisica e la loro lingua continua a mal operare-blaterare in itaGlia…).

    2. Dafne anche stavolta d’accordissimo con te. Poche righe, ma ottime per spiegare sinteticamente com’e la maggior parte dei laureati di oggi.

    3. Verissimo, e aggiungo che l’Italia ha la percentuale di analfabetismo funzionale più alta d’Europa…

  3. Malore improvviso: la vera pandemia. E quando sopraggiunge, non c’e’ piu’ niente da fare, perche’ a quel punto, evidentemente, il sangue nei vasi e’ tutto un trombo.

  4. In questa valle di merda, ormai non ci sono santi (semmai ce ne fossero stati) a cui votarsi. Qualcuno ancora dispensa a destra e a manca consigli, votate non votate come se servissero a qualcosa, qualcuno scrive che i cretini sono non quelli che non capiscono, ma quelli che non vogliono capire, mi chiedo cosa ci sia da capire, per noi non ci sono state speranze ma tante illusioni sin da principio, che continuiamo a coltivare, mentre il cerchio si stringe maledettamente, e la cosa sola ad agire è la lingua, sia quella dei codardi che quella dei lecca culo.

    1. L’unica soluzione lo sappiamo tutti qual è, ma gli italiani sono una massa di leccaterga del potere di professione, che pensano di cavarsela continuando così.
      “Franza o Spagna purché se magna ” è sempre stato il motto dell’italiota medio, appena non si mangia più vediamo se continuano a fare le merde secche o si fanno crescere un vero paio di attributi tra le gambe.

      Ho la vaga impressione che dovremo essere noi donne a fare ciò che va fatto per continuare a dar da mangiare ai figli.

  5. ma che significa vera scienziah e falsa scienziah? lo dice la scienziah è diventata una rubrica per tutti i giornali on line di notizie , srebbe bello vedere i giornali di 10 anni fa cosa dicevano di vaccini , medicinali , terra , riscaldamento globale etc etc…ormai le persona hanno paura a pronunciarsi perchè appena uno parla solleva dubbi o cita altri studi viene aggredito dagli squadroni dei social…tutti i farmaci sono prodotti dell’uomo che puo sbagliare. il resto è dogma.

  6. Ovviamente non si sa mai un cåzz0. Nemmeno se fosse vaccinato con questi vaccini sperimentali covid-19 o fosse un fumatore… Inoltre i farmaci possono rivelarsi tossici per alcune persone, in rarissimi casi pure i farmaci veramente sicuri ed efficaci… Ma questi non li definirei nemmeno farmaci, sono dei cacchini. Comunque sicuramente sono più simili ai vaccini che ai farmaci e sono sperimentali. Dato che si iniettano in vena e io non ho mai conosciuto nessuno morto dopo aver assunto un medicinale per il mal di testa, checché ne dicano i covidioti lobotomizzati. Mia madre assume un sacco di bustine per il mal di testa e li nega a me perché è egoista ma mica è morta, eh… Poi il governo costringeva addirittura a farsi inoculare ben 3 dosi, nemmeno una… E c’è un sacco di Spike in quei cacchini e addirittura il grafene… Bella merda insomma… Bisognerebbe stare attenti ai covidioti perché sono un ricettacolo di malattie oramai… Che tristezza… Comunque io sono a zero dosi, anche se i covidioti mi scrivono pure di farmene inoculare almeno una. Ma a loro cosa cambia? In questo modo si sentiranno forse un po’ meno SCEMI?
    Non saprò io cosa è meglio per me? Io essendo già immune potrei stare molto male, come è già accaduto a chi è morto con la febbre altissima, anche una ragazzina che viveva nel mio stesso paese. Non ha senso rischiare la propria vita, anche se fa schifo. II resto è stupidità umana mista a ipocondria, fine. Esistono poi tanti laureati stupidi come la merda… Qualche ora fa ho sentito pure le sirene di un’ambulanza. Ha sTaTo il CaLdoH1! Ormai quando sento le sirene delle ambulanze faccio il verso all’ambulanza e dico: “Covidioti. Covidiotiii”. Sono davvero troppo stupidi… Che pena… Io non ho nemmeno il coraggio di andare dal dentista che poi non me lo posso nemmeno permettere, invece i covidioti vanno a farsi cacchinare con tranquillità che manco stessero mangiando un piatto di pasta. Boh…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.