Tunisini ammazzano la madre perché si rifiuta di pagare il viaggio in barcone verso l’Italia

Condividi su:

Gli agenti del distretto di sicurezza nazionale di Tebourba hanno detto oggi di aver arrestato due fratelli che hanno ucciso la madre perché si rifiutava di fornire loro i soldi necessari a partecipare ad un tentativo di immigrazione illegale in Italia. Dopo averla pugnalata, hanno dato fuoco alla casa per coprire il crimine prima di fuggire. I due hanno 17 e 22 anni. Ecco chi sale sui barconi. Non poveri disperati ma delinquenti e assassini che vengono a delinquere. Lo riporta una delle principale testate giornalistiche tunisine (QUI).

Condividi su:

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.