Tunisini ammazzano la madre perché si rifiuta di pagare il viaggio in barcone verso l’Italia

Condividi!

Gli agenti del distretto di sicurezza nazionale di Tebourba hanno detto oggi di aver arrestato due fratelli che hanno ucciso la madre perché si rifiutava di fornire loro i soldi necessari a partecipare ad un tentativo di immigrazione illegale in Italia. Dopo averla pugnalata, hanno dato fuoco alla casa per coprire il crimine prima di fuggire. I due hanno 17 e 22 anni. Ecco chi sale sui barconi. Non poveri disperati ma delinquenti e assassini che vengono a delinquere. Lo riporta una delle principale testate giornalistiche tunisine (QUI).

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.