Trieste, portuali dichiarano guerra a Draghi: “Sei un dittatore, ma la democrazia vincerà”

Condividi!

“Nella giornata di oggi riteniamo di denunciare che la discriminazione dei lavoratori continua e anzi raddoppia. Prima la discriminazione tra vaccinati e non, ora tra chi avrà il tampone gratuito e chi a pagamento. Questo ci sembra inammissibile e assolutamente una manovra per continuare a mettere i lavoratori uno contro l’altro”.

“Poi riceviamo una circolare dal Governo che parla di illegittimità a poter scioperare. Crediamo che qui il Governo lanci un chiaro messaggio “siamo in dittatura” e si fa come vogliamo noi. Bene, il Coordinamento Lavoratori Portuali di Trieste risponde che crediamo nella Costituzione italiana e quindi siamo convinti di essere in democrazia. Democrazia contro dittatura? La democrazia vincerà”. Firmato Coordinamento Lavoratori Portuali di Trieste

Condividi!

3 thoughts on “Trieste, portuali dichiarano guerra a Draghi: “Sei un dittatore, ma la democrazia vincerà”

  1. Si, GRANDI.. Però domenica.. ANDATE A VOTARE!!!! CHI PRENDE LE DECISIONI SONO PD M5S!!! HANNO LA MAGGIORANZA.. PURTROPPO!!!

    1. Brava! Quelli che dicono che il voto non serve aiutano PD e Draghi. Stavolta andare alle urne, almeno per il ballottaggio di Roma e Torino, puo’ fare una differenza.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: