Trieste, lavoratori portuali si riprendono la piazza: migliaia contro Governo Draghi (VIDEO)

Condividi su:

“Trieste (23/10/21). Lavoratori del porto di Trieste e Genova insieme: “La protesta contro l’obbligo del passaporto sanitario continua ad oltranza in tutta Italia!”. A Genova i lavoratori del porto hanno indetto uno sciopero di 48 ore a partire da lunedì 25 ottobre”. Lo riporta oggi Radio Genova sul suo profilo Twitter. “I media di regime parlano di “flop“, “quattro gatti” e “fine proteste“, le immagini dicono l’opposto. Siamo solo all’inizio, non si arretra di un millimetro”. Radio Savana su Twitter.

Condividi su:

4 thoughts on “Trieste, lavoratori portuali si riprendono la piazza: migliaia contro Governo Draghi (VIDEO)

  1. Ho sentito Puzzer, Ugo Rossi e Paragone. LE ragioni di tutti. Chi cerca di cavalcare la protesta, chi l’ha ideata, chi la può portare in Parlamento, ecc…tutto bene. Il fatto è che il potere contrattuale a coloro che chiedono di abolire la misura del GP ed ogni obbligo vaccinale come ha fatto Puzzer, è dato dal blocco del porto. Non da manifestazioni di Piazza. Dal blocco del porto.

    1. Esatto. Le manifestazioni, a cui ho partecipato, a cui sto partecipando e a cui continuerò a partecipare, non sortiscono particolari effetti. Vanno fatte assolutamente, in continuazione, ma per “ottenere” è necessario altro

      1. @Marco vale di più la penna della spada. Oggi, si parla di tastiera e di mouse. —> Hai letto la risposta che è arrivata all’Onorevole Sergio Berlato?

        “Stavolta la nota ufficiale dell’UE gli ha dato ragione. Il green pass esiste per agevolare la libera circolazione fra gli Stati e non certo per calpestare i diritti degli italiani”.

        Qui l’intervista a Sergio Berlato:
        https://www.romait.it/berlato-ottiene-dallue-il-rispetto-della-legge-non-va-discriminato-chi-non-si-vaccina.html

    2. @Nero Hai letto la risposta che è arrivata all’Onorevole Sergio Berlato?

      “L’europarlamentare di Fratelli D’ Italia ha chiesto all’Unione Europea di far rispettare la legge 953 del 2021, superiore alla legge italiana, in base alla quale non vanno discriminati coloro che scelgono di non vaccinarsi o che non possono farlo. Istanza contraddetta dal passaporto verde.

      Stavolta la nota ufficiale dell’UE gli ha dato ragione. Il green pass esiste per agevolare la libera circolazione fra gli Stati e non certo per calpestare i diritti degli italiani”.

      Qui l’intervista a Sergio Berlato:
      https://www.romait.it/berlato-ottiene-dallue-il-rispetto-della-legge-non-va-discriminato-chi-non-si-vaccina.html

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.