Trento, giovane di 18 anni si sente male e muore improvvisamente: addio a Paolo Rizzolli

Condividi su:

TRENTO — Giovane 18enne si sente male e muore improvvisamente. Gli amici: “Era una persona eccezionale”. La comunità di Lavis è in lutto per la morte, a soli 18 anni, di Paolo Rizzolli. Si è sentito male in casa ed è stato portato in ospedale. Nel giro di pochi giorni la situazione è precipitata, fino al decesso, avvenuto nella giornata di venerdì all’ospedale S. Chiara di Trento. Così il Giornale Trentino.

Lascia mamma Karin, papà Michele e le sorelle Margherita e Miriam. Il dolore è forte anche anche tra i tanti amici e conoscenti, che lo ricordano come una persona artistica e con una grande sensibilità.

Condividi su:

4 thoughts on “Trento, giovane di 18 anni si sente male e muore improvvisamente: addio a Paolo Rizzolli

  1. Pure da me sono morti dei giovanissimi dopo le dosi di merda liquida… Però non sto più uscendo, è da tanto che non esco e non ho più visto i manifesti funebri… Sono davvero troppo triste… Queste morti spezzano veramente il cuore… Penso anche ai suicidi che stanno aumentando in modo a dir poco esponenziale:( L’ultimo è stato quel ragazzo di soli 35 anni, Manuel… Mentre i covidioti lobotomizzati se ne fregano di tutto e non pensano che la solitudine e la tristezza sono quasi come una lama… Povero ragazzino. Rip. Spero che non siano state le dosi di cacchino sperimentale (…) “lo ricordano come una persona artistica e con una grande sensibilità”, mi rispecchio totalmente in questa descrizione, mi rappresenta appieno… Mi unisco al dolore della famiglia, non oso nemmeno lontanamente immaginare quanto dev’essere orribile una cosa del genere, sopravvivere ad un figlio e non poterlo più vedere, abbracciare, ecc, è una cosa davvero orrenda e raccapricciante che ti logora davvero dentro, è una perdita che lascia una voragine dentro e un senso di vuoto enorme, incolmabile… È sangue del tuo sangue… Alcuni genitori darebbero anche la vita per i figli… Comunque, i covidioti secondo voi diranno che… 1. “Era molto malato. Ho saputo da mmiocugggino che aveva un’unghia incarnita”. B. “È sempre successo. Le persone sono sempre morte”. (Ma a 101 anni e con 3 patologie pregresse hA sTaTo il coviddì. Come no. Inoltre nel 2021 con le dosi di vaccini sperimentali covid-19 c’è stata una impennata di morti ovunque ma non nei luoghi meno vaccinati con questi vaccini sperimentali)… Z. “Era un novacse1!” 9. “Non hA sTaTo il cAcChiNo!1/\||” Ho notato che la B è sempre molto gettonata… Che tristezza… Io sdrammatizzo ma non è facile, c’è da piangere, davvero…

  2. Dopo Speranza, alla Sanita’ ci arriverà la Ronzulli.
    Se fosse vero si passerebbe dalla padella alla brace.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.