Travaglio: “Falsi amici stanno facendo credere a Zelensky che sta vincendo la guerra”

Condividi su:

Nel mirino di Marco Travaglio finisce ancora una volta Zelensky. Il direttore muove il suo ragionamento mettendo “in fila i fatti che nessuno nega. Nemmeno il più fervido atlantista afferma che la resistenza ucraina sia in grado di sottrarre all’armata russa il Donbass, la Crimea e la striscia che li collega sul Mar Nero; che Mariupol, rasa al suolo e ormai in mani russe, possa tornare in quelle ucraine; che Putin, sconfitto e isolato da tutti, abbia le ore contate prima del famoso regime change annunciato da Biden e smentito dai suoi”. Dunque un lungo excursus su questi quasi sessanta giorni di guerra. E Travaglio si pone una domanda: “Stando così le cose, quanti morti ucraini serviranno ancora alle potenze (palesi e occulte) per sedersi al tavolo e prendere atto della realtà?”.

Dunque rimarca come l’iniziativa non la prenderà Putin, così come non la prenderanno né Joe Biden né Boris Johnson. “E non la prenderà Zelensky – riprende Travaglio -, ubriacato dai falsi amici che gli raccontano che sta vincendo la guerra e presto i suoi marceranno su Mosca. Possono prenderla i governi europei, smettendo di inviare armi e subordinando la fine delle sanzioni a una trattativa seria, che parta non dai sogni, ma dalla realtà. La realtà che il cancelliere Scholz vide già quattro giorni prima dell’invasione russa, quando offrì invano a Zelensky un compromesso migliore di quello che uscirà dal negoziato post-bellico. Era due mesi fa, migliaia di morti fa”, conclude con evidente accento critico nei confronti del premier ucraino. Lo riporta liberoquotidiano.it.

Condividi su:

7 thoughts on “Travaglio: “Falsi amici stanno facendo credere a Zelensky che sta vincendo la guerra”

  1. Ma quello non crede niente, da bravo attore si limita a leggere con la giusta mimica facciale il copione che gli mandano la mattina da Washington.

  2. “Falsi AMICI ..DICONO A ZELENSKY, ( imbrogliandolo..😳😳) che STA VINCENDO la guerra..” Non i GENERALI, dai campi di battaglia, con i cosiddetti RAPPORTI militari, NON qualche Ministro, chesso’, della guerra… gli AMICI… cioè i fattoni giullari cocainomani con cui si sballa, probabilmente.. POVERINO !!!
    Lo imbrogliano!

    Ma siete tutti fuori come balconi !!
    Quel pezzo di merda di Draghi toglie soldi dalle tasche della gente per inviare armi a un deficiente che non sa nemmeno di esserci , in guerra, e ve ne uscite con una sparata subnormale del genere ?? Quindi NOI( VOI!!!!!) ci stiamo occupando di una “ causa” della quale a Zelensky arrivano i racconti di falsi amici…

  3. @Gianna, in effetti Zelensky non credo che sia uno sprovveduto, anzi! Sta facendo un gioco molto sporco per alimentare questo conflitto. Sarebbe stato sufficiente concedere ai russi il Donbass che storicamente è sempre stato loro (come le nostre terre irredenti conquistate durante la prima guerra mondiale e nessuno mai si scandalizzò contro l’Italia che voleva riprendersi il Trentino o il Friuli). Zelensky invece alimenta sempre il conflitto, manda al massacro il suo popolo e destabilizza tutta l’Europa. I russi attaccano i civili? Ma è ovvio: sarebbe un crimine se la popolazione ucraina fosse inerme, ma dal momento che c’è una resistenza armata che spara anche dalle case, è legittimo rispondere al fuoco con il fuoco!

    1. Sarebbe stato sufficiente che gli ucraini non andassero proprio a bombardare i propri cittadini nel Donbass dal 2014 a oggi e l’Ucraina avrebbe ancora tutti i territori che aveva fino al 2014. Ma Washington, Nato e poteri globalisti hanno fatto di tutto per scatenare sia quella prima guerra che questa, mettendo la Russia con le spalle al muro. Non lo dicono forse continuamente? “Fino all’ultimo ucraino”… Tanto, poi, i cocci (e i profughi, non sempre autentici) sono sempre dell’Europa.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.