Tragedia a Prato, 31enne muore in casa stroncato da malore fatale

Condividi su:

PRATO — Ha un malore e va in ospedale, lo dimettono dicendo che sta bene, ma due giorni dopo il ragazzo muore a soli 31 anni. E’ stato probabilmente un malore a togliergli la vita, ma forse la diagnosi giusta avrebbe potuto fare qualcosa per lui. I sanitari infatti lo avevano dimesso. >>> SEGUE FONTE.

Un secondo malore gli è stato fatale. Forse la procura di Prato disporrà l’autopsia. Anche la mamma del giovane ha scritto un post su Facebook in merito alla vicenda: “Hanno lasciato morire mio figlio 31enne per infarto. Da solo, a casa, dopo una diagnosi di congestione”. Il ragazzo era dipendente di un’azienda di termoidraulica, sportivo e pieno di vita, non aveva alcuna malattia.

Condividi su:

5 thoughts on “Tragedia a Prato, 31enne muore in casa stroncato da malore fatale

  1. Anche i dottori adesso non sanno piu che pesci pigliare !
    Se diagnosticano miocardite o pericardite , devono poi lottare per negare la causa vaccinale .
    Se li mandano a casa e questi muoiono rischiano il posto di lavoro .
    poi adesso saranno tutti a strizzarsi gli zebedei , con la paura di morire anche loro !
    Avete voluto il vaccino ?
    Avete preso le prebende pro sierato ?
    Vi siete sierati anche voi per non avere problemi e andare al ristorante ?
    E mo so cazzi vostri , amari e acidi !!!!!

  2. Che tristezza, signora. Era un fumatore? Beveva molto? La madre potrebbe anche specificare se il ragazzo si fosse fatto fatto iniettare le do$i covid19. Com’è che se uno veniva considerato novax lo sapeva anche la mia portinaia, mia zia e mia nonna che è morta? Bisognerebbe dare giustizia al figlio ma con l’omertà che dilaga la vedo dura…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.