Torino, muore per malore a 31 anni il rugbista Andrea Murtas

Condividi su:

TORINO – Lutto nel mondo dello sport: è morto Andrea Murtas, 31 anni di Almese, rugbista noto a Volvera e in Valsusa probabilmente per un infarto nella sua casa. Sono stati vani i tentativi di rianimarlo da parte dei soccorritori. I funerali si terranno giovedì 26 maggio alle ore 15,30 nella parrocchia di Sant’Anna, in frazione Drubiaglio ad Avigliana. Il rosario verrà recitato mercoledì 25 maggio alle ore 19, nella stessa parrocchia. Il messaggio di cordoglio del Rivoli Rugby. “Tutto il Rivoli Rugby si unisce alla famiglia nel cordoglio per la tragica perdita di Andrea Murtas. Ricorderemo per sempre il calore e la simpatia che portavi dentro e fuori dal campo“.

Volvera Rugby: “Il rugby è pieno di retoriche, di metafore, per descrivere il nostro gioco. La vita e anche la morte. Si potrebbe parlare di palloni passati; di rugbisti che non muoiono mai, ma le parole sono davvero difficili da trovare, per descrivere cosa si prova quando, ancora una volta, si perde troppo presto un amico. Un ragazzo. Un giovane uomo: Andrea Murtas, arrivato a Volvera dopo anni passati a giocare nelle giovanili dei club della bassa Val Susa, insieme ad un nutrito gruppo di amici, tutti gialloneri, che ora lo piangono insieme a tutti noi dirigenti, allenatori, giovani compagni di squadra e tutti i membri della famiglia giallonera, che ricorderanno la sua stupenda voglia di vivere. Che gli è stata tolta troppo presto“. Lo ha scritto Il Quotidiano Piemontese.

Condividi su:

3 thoughts on “Torino, muore per malore a 31 anni il rugbista Andrea Murtas

  1. I covidioti si stanno tracciando le vesti pur di difendere i vaccini sperimentali covid-19, sui social propagandistici covidioti, ho letto commenti come: “vergonnia1!! Sono indinniata1!! Il vaccino non c’entra GnEnTeh1!! CoMpLoTtIsti11 La gggente è sempre mortah, solo che non VeLo DiCeVaNo1!! Rispettate e scrivete soltanto rip”. E se chi si pone delle domande volesse saperne di più? Questi sono veramente degli idioti ridicoli… Ma ve ne rendete conto? Ti dicono anche cosa devi pensare o scrivere. Vogliono il pensiero unico questi malati… Ho letto insulti irripetibili rivolti a coloro che la pensavano diversamente da loro e soltanto perché osavano sollevare dei dubbi in merito ai vaccini. Ma se pure in Germania la metà dei morti è imputabile a questi vaccini anche conosciuti come sieri genici sperimentali? C’è stato un aumento di questi eventi del 25% tra i giovani, tra miocarditi, problemi cardiaci, ecc… E non credo che c’entri soltanto il fumo… Purtroppo per loro è normale se un ragazzo giovane, sano e sportivo muore improvvisamente a soli 31 anni, nel fiore dei suoi anni… Basta che però non capiti a loro e allora è tutto a posto… Mentre queste povere persone le considerando alla stregua delle bestie da macello o delle vittime sacrificali… Io ragazzi, giuro, avrei voglia di prenderli a schiaffoni… Non ce la faccio più. Mi sembra ovvio che la gente VERAMENTE intelligente voglia sapere la verità. È un diritto sacrosanto sapere di cosa sta morendo la gente, in particolar modo da un anno a questa parte. Tuttavia non ho il coraggio di commentare più niente, purtroppo i covidioti sono molto cattivi, violenti, ignoranti e pericolosi… Non sanno argomentare e allora ti attaccano… Non vorrei che mi augurassero nuovamente il covid, la morte e la terapia intensiva. Per dove vivo, per l’età e per la forza che ho sarebbe praticamente impossibile. Sarebbe come se a un/a 20enne venisse l’Alzheimer. Io immagino che rosichino parecchio perché non belo come invece fanno loro e non ho bisogno di un capo pastore che mi guidi… D’altronde non sono nemmeno un’auto che ha bisogno di uno che la guidi perché ho il mio cervello che ha il pilota automatico. Mentre i fessi invece hanno bisogno di qualcuno che li indirizzi:)) Tuttavia sono molto triste, a Cagliari ci sono stati ragazzi giovani di 26 anni che sono morti nel sonno ed erano dei lavoratori. E non soltanto lì, ahinoi… In Sardegna il greggepass è stato reso obbligatorio ovunque. Non lo trovo giusto. I giovani non ne avevano bisogno. Che curassero i malati piuttosto, anziché lasciarli morire… E non mi sembrano un caso tutte queste morti improvvise. Non possono giustificare anche questi ragazzi ventenni che muoiono così, da un giorno all’altro… Non è possibile. Ho dei grossi dubbi ed ho anche il cuore spezzato, davvero… Non mi sembra normale tutto questo… Vorrei che finisse tutto ciò. Non mi piace che tutto questo venga ignorato o spacciato per NORMALITÀ. Non voglio che altre persone muoiano invano… Vorrei che qualcuno indagasse ma tanto i genitori di questi giovani ignari dormono…

    1. È vero, appena sollevi dubbi sui vaccini, i covidioti partono subito con gli insulti. Meglio tenerli a distanza. Vivono ormai in un mondo a parte.

Rispondi a nuccioviglietti Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.