Torino, colta da malore fatale muore studentessa di 24 anni mentre cena con le amiche

Condividi!


TORINO – Nella serata di ieri, martedì 14 settembre, mentre era a cena con le amiche, Arianna Dalmasso, studentessa 24enne di Fisica a Torino ma originaria di Boves, si è sentita male. Inutile la corsa in ospedale al Mauriziano: il suo cuore ha smesso di battere. Non aveva malattie conosciute perciò l’autopsia accerterà le cause del decesso.

I familiari la ricordano così: “Arianna era una ragazza matura e profonda, intelligente e determinata, curiosa di tutto e che amava informarsi, conoscere. Non usava i social da anni e amava l’arte e il disegno, oltre a suonare il basso. Sapeva strappare un sorriso a tutti, con un senso dell’umorismo arguto e veloce. Appassionata lettrice, innamorata della vita, determinata, sapeva stupirsi anche delle piccole cose. Una ragazza controcorrente anche per la sua giovane età”. Arianna Dalmasso lascia il papà Dario, la mamma Paola e la sorella Elisa. Lo riporta IQP.

Condividi!

8 thoughts on “Torino, colta da malore fatale muore studentessa di 24 anni mentre cena con le amiche

  1. NON SAPPIAMO SE ARIANNA FOSSE VACCINATA, MA SAPPIAMO CHE ERA UNA STUDENTESSSA DELLA FACOLTÀ DI FISICA.

    Per frequentare le lezioni, Arianna doveva avere il green-pass, la certificazione verde che viene data a chi ha fatto due dosi di vaccino (gratis), oppure a chi ha un tampone negativo (fatto, però, a pagamento e quasi ogni giorno). Dato che uno che studia si presume non abbia tempo per fare le code per andare a fare il tampone quasi ogni giorno, e che non abbia tanti soldi da buttare via, mi viene da ritenere che Arianna fosse vaccinata.

  2. Queste terapie geniche per il covid(mai isolato) hanno già provocato 23 mila morti in europa e circa 1 milione di effetti collaterali anche gravi(dati ufficiali europei!).E molti media continuano a nascondere questi numeri commettendo anche essi, oltre ai politici ed opinionisti da 4 soldi ,il reato di attentato alla salute pubblica ed abuso della credulità popolare

    1. Per essere precisi, abbiamo 2.317.495 reazioni avverse e 24.526 morti stimate all’11 settembre 2021. Ma sono dati fortemente sottostimati perché moltissime persone non segnalano all’AIFA. Chi ha orchestrato tutto questo orrore pagherà caro.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: