“Terza dose fatta, tutto ok”. Il prof. Antimo Di Geronimo ucciso da un malore improvviso

Condividi su:

ROMA – Stroncato da un malore improvviso è morto ieri a Roma il prof. Antimo Di Geronimo, apprezzatissimo docente e vicecoordinatore nazionale del Sindacato Gilda. Oltre all’attività sindacale che lo ha visto protagonista in Basilicata di una incisiva azione di rinnovamento della scuola e di valorizzazione del corpo docente, il prof. Di Geronimo svolgeva anche una notevole attività pubblicistica, soprattutto sul versante giuridico, dei diritti individuali e della difesa del sistema democratico. La redazione si associa al dolore della moglie e dei figli Marco e Carlo. Lo riporta Talenti Lucani.

Condividi su:

12 thoughts on ““Terza dose fatta, tutto ok”. Il prof. Antimo Di Geronimo ucciso da un malore improvviso

  1. Be ,un ora e un quarto per suicidarsi e un tempo ragionevole !
    Aspettiamo al varco quei promotori dei cambiamenti climatici criminali, attuati attraverso la geoingegneria e le scie chimiche!
    Speriamo che crepino tutti sti idioti criminali , e quelli che non andranno da Satanasso vengano fatti marcire nelle galere, una volta che questo crimine mondiale verra alla luce e messo alla berlina!
    Questa volta la pulizia deve essere totale con chi crede di essere il padrone del mondo !
    Questi non sono in grado di vivere normalmente rispettando l umanita !

  2. I bovini in stato di ipnotico sonnambulismo vanno al macello da sole. “Tutto ok, bene così”

  3. Quarto d’ora cautelare… hahahaha… bene così…. numeri imponenti… uhà uhà uhà … svolgeva anche una notevole attività pubblicistica, soprattutto sul versante giuridico, dei diritti individuali e della difesa del sistema democratico … di cui aveva capito tutto… proprio!

  4. “Ciaoooo. Sono il tizio del post in questione che vi scrive dal paradiso, quindi andateci piano, ragazzi. Ero scemo ma non così tanto, suvvia. Le ho fatte per ipocondria e per lavorare. La terza dose non c’entra un bel nulla. Avevo pure una certa età e sono passati molti mesi. I vaccini salvano la vita”. Tratto da una storia che purtroppo è vera. È quel che scrivono i covidioti. Negano pure i possibili effetti collaterali a lungo termine. Ma meglio che sdramatizzo che va tutto demmerda tra problemi vari, ecc, va. Costui poi lo avevano pure tenuto sotto osservazione per 15 minuti. D’altronde sono abbastanza per un vaccino sperimentale, no? Con mia madre la vaccinatrice aveva insistito particolarmente per mero business dato che vedeva soltanto i soldi che avrebbe fatto: “Signora, lei porta il virus. È pericolosa anche per noi. Si faccia cacchinare, su”. Tutte cazzate dette dal governo covIDIOTA. Allora non è vero che credono alla scienzah dato che il cacchino nemmeno le protegge. Lol. Ma lei non si farebbe mai convincere, ovviamente. Io comunque sono allibita. Ieri notte nei manifesti funebri c’era anche un 61enne e l’ambulanza con le sirene a tutto spiano da ieri mattina! Mai accaduta una cosa del genere. Le sento ad ogni ora del giorno. Manco durante il covid era così. E io vivo in questo paese da quasi 6 anni e non è così grande, immagino nelle città come sarà… Aiuto… Ma possibile che soltanto i covidioti non se ne accorgano mai, oppure hanno paura? Boh. Comunque non li biasimo, la merda liquida non scherza. Poi si dice che il virus sia naturale ma allora perché ci si fa iniettare la merda liquida? Non è peggio? Non è una cosa naturale come ad esempio un’influenza. Io non ce la farei mai, mi sentirei come un OGM dopo… Poi prenderei pure il virus, ma no grazie, cedo volentieri le mie dosi ai covidioti…

  5. Mi dispiace, ma non per lui, che è stato “UN TALENTO DEL CAZZO”.
    Come si fa a definire “talento” – un IDIOTA come quest’altra vittima delle falsità senza capirle, e messe in giro da CRIMINALI PROFESSIONISTI?
    A questa specie di “TALENTI” (?), gli può girare intorno qualsiasi cosa ma non hanno l’ATTENZIONE a 360 gradi, che possa rivelare qualcosa che danneggi tutti, anche se stessi chiaramente, come è accaduto a questo sedicente professionista.
    Sono solidale nel dolore “a sorpresa” che ha colpito la moglie e i figli Marco e Carlo.
    Per quanto riguarda il dipartito invece, se esistono un “Aldilà” e la “Reincarnazione”, auguro che quest’esperienza Terrena gli abbia insegnato molte cose e fatto capire il perché di molte cose da lui non considerate durante la sua vita.

    1. Quelli come te sono come la merda che s’attacca alle pareti del water. Van via da soli a furia di tirar l’acqua

  6. @Marco hai ragione, il commento di Enzo mi pare troppo moralistico! Io ho espresso il dispiacere per la dipartita di questo professore, ma non per questo mi permetto di giudicare i commenti degli altri lettori, i quali hanno il diritto di esprimersi in piena libertà, ognuno a modo suo, con il suo linguaggio e con le sue argomentazioni. E’ proprio il bello di questo sito, il senso di libertà che si respira!

Rispondi a Valerio Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.