“Terza dose fatta”. Alberto muore a 59 anni stroncato dopo cena da improvviso malore (FOTO)

Condividi su:

VERCELLI — Il Comune è sotto choc per la dipartita di Alberto Ricardi, da tredici anni usciere del municipio. Avrebbe compiuto 60 anni il prossimo 8 ottobre. L’altro ieri sera, dopo cena, Alberto Ricardi non si è sentito bene, ma pensava di non aver semplicemente digerito. In pochi minuti la situazione è precipitata; la signora Paola ha chiamato il 118, ma non c’è stato nulla da fare: Alberto Ricardi era nel frattempo spirato, ucciso da un malore improvviso. Lascia la compagna Rita con la figlia Chiara, e Giorgio, e la nipotina Matilde, cui Alberto era legatissimo. I funerali saranno celebrati oggi, mercoledì, alle 11,30 in Billiemme. Lo ha riportato ieri TG Vercelli.

Condividi su:

6 thoughts on ““Terza dose fatta”. Alberto muore a 59 anni stroncato dopo cena da improvviso malore (FOTO)

  1. …giusto ora che c’era la QUARTA ..!!!!!😖😖
    La vita non è giusta ..!!!!! SORRY 😫😢😭

  2. Via n’artro, ormai è un flusso inarrestabile. E ripeto, questo sito parla solo di malori, se aggiungiamo tumori e malattie fulminanti e incidenti d’auto, camion eccetera siamo a quote che manco un cataclisma.

    Ma oh, gli italioti son tutti contenti!

  3. La bandiera dell’Ucraina ce l’hanno i covidioti e non è un caso, pensateci…
    Sono degli IPOCRITI… Se soltanto la smettessero di pensare che alcuni ucraini non siano nazisti… “Putin è cattivo”, è la tiritera o cantilena dei covidioti… Ma per colpa del governo abusivo stiamo pagando un prezzo veramente troppo alto… A mia madre le ha appena chiesto l’amicizia un covidiota che ha la foto covIDIOTA con su scritto: “il covid non si nega, si combatte”. Solita retorica e pseudo buonismo del covidiota affetto da microcefalia grave, il covid non è la peste nera e il virus non è nemmeno mai stato isolato… Inoltre esistono le cure e le persone già immuni grazie al proprio gruppo sanguigno, mentre invece potremmo tutti essere sensibili ai possibili effetti avversi ai cacchini sperimentali… Se soltanto conoscessero la storia… Se soltanto si informassero, non si facessero intortare e riuscissero a capire che il governo non vuole il loro bene ma tutt’altro… Bisogna abbandonare quest’idea… Un altro covidiota schiattato. Nessuna correlazione come sempre, ovviamente… Anche oggi fa un caldo allucinante, anche se ora piove un pochino, meno male… Mia madre era in un paesino più o meno vicino, 14 km circa, ancora più morto di questo, e ce ne vuole, eh, (vorrebbe trasferirsi pure lì, in campagna, mio Dio), ed ha visto una macchina funebre. Più di una volta… Lì si sono cacchinate davvero tantissime persone, quasi tutti, soprattutto persone di una certa età. Pensate che c’è pure l’ospedale, anche se fa cagare, tra un po’ ci sono pure i topi, è sporco, c’è mancanza di personale, ecc. Insomma, pari al terzo mondo… Bèh, c’era il personale che le fece pressioni per farsi cacchinare ma lei rifiutò e se ne andò… Questi ci guadagnano un botto iniettando le dosi di cacchino… Tutti la guardavano stupiti, increduli e sbigottiti… Pensavano di essere in salvo e che le dosi di cacchini rappresentassero la salvezza terrena e l’elisir di lunga vita… Ma tempo al tempo come si dice… Ho sentito dire che i cacchinati moriranno… Chissà.

  4. Proprio ieri passavo dinnanzi ad un giornalaio…mi ha colpito… Si fa x dire,, la pubblicazione dell’estratto del giornale. Ragazzo di 25 anni muore per aver fatto una corsa… Tutto normale no?
    Come al solito io nn compro mai il giornale, in quanto mi fa schifo spendere due soldi x sostenere questi pennivendoli. Quante persone sono morte in silenzio…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.