Taormina fonda Italia Libera: “Contro la dittatura sanitaria e per una magistratura popolare”

Condividi!

Carlo Taormina annuncia la discesa in campo di una grande coalizione che abbraccia in sé pentiti del Movimento 5 Stelle, lui in primis, militanti di Forza Nuova (tutti, vertici inclusi) e – questo lo garantisce il presidente Roberto Fiore – comunisti convinti. Un’unica grande bandiera che supera quella del movimento di estrema destra e punta a imporsi per mezzo della volontà popolare contro le mascherine e i vaccini obbligatori, l’Unione Europea e l’Euro. “Siamo per la disobbedienza civile, noi di Italia Libera, ma mai per e con la violenza” sottolinea l’avvocato Taormina.

Nel suo studio in Prati, presenti i leader di Forza Nuova Giuliano Castellino e Roberto Fiore, annuncia la nascita già avvenuta di un “movimento rivoluzionario anti dittatura” che attende solo la sua consacrazione in piazza. “Ho proposto a Vittorio Sgarbi di fargli da supporter alla sua candidatura a sindaco di Roma. Mi ha detto che avrebbe parlato con il suo comitato elettorale, ma ha già dato una sua adesione di massima”. Carlo Taormina oggi sogna una magistratura popolare nelle vesti di Ministro della Giustizia che indosserà nell’eventualità in cui il governo alternativo di Italia Libera soppianti quello del collega avvocato Giuseppe Conte. Nel sito del movimento, al quale è possibile aderire online, Italia Libera si definisce “il cuore e motore dell’Italia: commercianti, artigiani, professionisti, imprenditori, lavoratori dipendenti, operai e studenti stanchi di false promesse della politica”.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.