Tabaccai verso sciopero generale: “Non possiamo tutte le volte controllare Green Pass ai clienti”

Condividi su:

La Federazione italiana tabaccai ha deciso di chiudere le serrande, in data da destinarsi, per protestare contro l’obbligo di controllo del Green pass. “Le tabaccherie hanno assicurato, durante il lockdown, servizi essenziali – spiega il presidente Giovanni Risso -. Un impegno ora disconosciuto. Il nostro lavoro va tenuto in considerazione. Lo ribadiremo al sottosegretario Costa che, ci auguriamo, comprenderà le nostre ragioni. Se così non fosse, lo sciopero sarà inevitabile”.

La dovuta precisazione di un utente sui social: “Quindi vogliono il Green Pass ma non vogliono l’onere del controllo del Green Pass, pertanto restano dei collaborazionisti e stop. Un sindacato serio avrebbe chiesto l’abolizione di questa tessera nazista. Mi dispiace per loro ma l’obbligo resterà e anche loro, come molte altre categorie, andranno dritte dritte al fallimento. Se non s’impara a dire basta a questi esseri immondi che stanno al potere la tristissima fine dell’ex Bel Paese sarà davvero dietro l’angolo, per la gioia dei vari potentati economici ai quali verrà “servito” tutto a prezzo di saldo. Si deve chiudere tutto ad oltranza fino a quando non verrà ritirata questa oscenità ma purtroppo temo che questo non accadrà”. Lo ha riportato il quotidiano nazionale il Tempo.

Condividi su:

2 thoughts on “Tabaccai verso sciopero generale: “Non possiamo tutte le volte controllare Green Pass ai clienti”

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.