Svizzera, operaia: “Covid qui si diffonde per via dei vaccinati: hanno vita sociale contagiandosi”

Condividi!

La testimonianza di Martina Carletti, portavoce del Fronte Sovranista Italiano ed operaia italiana che lavora in Svizzera: ”Amici, sapete che qui in Svizzera io non sono mai stata obbligata a farmi fare un tampone nasale in farmacia o in ospedale, per lavorare? Il cantone paga i test diagnostici SALIVALI, a disposizione di ogni azienda. Così ogni lavoratore si controlla da solo, almeno una volta la settimana”.

Dopodiché ha rivelato: “I vaccinati sono esentati, anche qui, dal fare i tamponi. Anche se naturalmente, è massicciamente attraverso di loro che continua a diffondersi il virus. Perché essi hanno vita sociale, noi invece non possiamo più entrare quasi da nessuna parte”.

Condividi!

One thought on “Svizzera, operaia: “Covid qui si diffonde per via dei vaccinati: hanno vita sociale contagiandosi”

  1. Potete fare un tweet a Martina Carletti? —-> I vaccinati si infettano perché il siero non è un vaccino:

    (min.41.02) «…Because there was not a lab leak. This was an intentional weaponization of spike proteins to inject into people, to get them addicted to a pan-coronavirus vaccine…»

    TRADUZIONE:
    «…Perché non si tratta della fuga di un virus da un laboratorio. Questa è un’arma intenzionale di proteine spike da iniettare nelle persone, per renderle dipendenti da un vaccino pan-coronavirus….»

    Tratto da: https://www.cnbsnews.live/documentaries/dr-david-e-martin-explains-how-this-pandemic-was-planned/

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: