Stefano muore 12 ore dopo la prima dose. Procura: “Vaccino è sicuro, archiviare il caso”

Condividi su:

SIRACUSA – La Procura di Siracusa ha richiesto l’archiviazione del procedimento penale per omicidio colposo a carico del legale rappresentante di Astrazeneca, Lorenzo Wittum, per il decesso di Stefano Paternò, il sottufficiale della marina militare di Augusta morto a Misterbianco (Catania) il 9 marzo del 2021 dodici ore dopo la somministrazione del vaccino anti Covid. Per la Procura c’è una connessione tra il decesso e la dose ricevuta dall’uomo, ma in assenza di violazione delle prescrizioni delle massime autorità sanitarie mondiali.

Nella richiesta di archiviazione avanzata al Gip si osserva che “se è vero che la morte di Paternò è dipesa dall’Ards innescata dalla vaccinazione in soggetto già positivo asintomatico, è però altrettanto vero che il suo caso rappresenterebbe pressoché un unicum (in realtà ne sono morte tante altre con lo stesso farmaco, ndr), tant’è che i consulenti tecnici hanno stabilito testualmente che ‘la morte del militare Paternò non può che essere ascrivibile alla risposta individuale al vaccino, indotta da uno stato di sensibilizzazione al SarsCoV2“.

La Procura di Siracusa, nelle 16 pagine del provvedimento, cita “l’orientamento che si aveva al momento dell’inoculazione del vaccino al Paternò” e che l’Oms indicava come “la vaccinazione potesse essere effettuata a prescindere da una pregressa infezione da Covid-19, sintomatica o asintomatica, tanto da arrivare a non raccomandare l’effettuazione dei test sierologici ai fini della decisione sul vaccinarsi o meno”. Inoltre, l’indagine “ha dimostrato che non c’era nessuna anomalia né nel lotto utilizzato nella vaccinazione né negli altri lotti AstraZeneca analizzati a campione” e che anzi “dalle risultanze, tra cui l’analisi dei dati della farmacologia, possiamo dire che i vaccini sono sicuri”. SEGUE FONTE

Condividi su:

18 thoughts on “Stefano muore 12 ore dopo la prima dose. Procura: “Vaccino è sicuro, archiviare il caso”

  1. No, può soltanto provocare trombosi e morte. Ma cosa vuoi che sia… D’altronde di cosa sarà morta la povera Camilla Canepa? Di sicuro per coloro che ci guadagnano sono sicuri. E questo è sicuro. Venduti… Come se l’immunità naturale non valesse più nulla… D’altronde se i covidioti sono veramente convinti di averci salvati dovrebbero spiegarmi come mai non sono morta quando questi pseudo vaccini non esistevano ancora, eh… I pidioti son così… Malafede, omertà, stupidità, oppure semplice ignoranza? Chissà… A voi la scelta… Nel frattempo le persone continuano a crepare… Ma tranquilli, sono sicuri, altrimenti chi vuoi che si vaccini più… Questi vaccini possono provocare arresti cardiaci, ma i covidioti li negano sistemicamente…

  2. Fossi al posto dei parenti, magari unendo le forze con le famiglie di altri danneggiati/uccisi dai covid-vaccini, continuerei a fare cause. Al ministero, a Speranza, alla struttura medica, a qualunqu struttura, azienda o persona, fino a quando faranno breccia.

  3. mica una procura vera….quella di Siracusa! e lì la procura chiede il permesso ai boss prima di prendere decisioni avventate! AMMAZZIAMOLI TUTTI!

  4. “non ti vaccini ti ammali e muori” ….. Ti vaccini e muori? HAI EVITATO LA MALATTIA ! DOVRESTI RINGRAZIARE

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.