Spagna, diffonde falsità contro i non vaccinati: politico indagato per incitamento all’odio

Condividi su:

SPAGNA – L’altro ieri, 2 dicembre, dal Tribunale di Plaza de Castilla (Madrid) è stata notificata all’Associazione Liberum l’apertura di un procedimento istruttorio per il reato di incitamento all’odio nei confronti di Javier Solana de Madariaga. Il politico è stato denunciato per la commissione di un crimine d’odio ritenendo le persone non vaccinate contro il Covid-19 responsabili di essere state la causa della nuova ondata che stiamo vivendo

Una dichiarazione che due giorni dopo è scesa di peso proprio a causa delle dichiarazioni rilasciate dall’Organizzazione mondiale della sanità, la quale ha sottolineato che “l’eccessivo rilassamento delle persone vaccinate potrebbe essere stata la causa di questa nuova ondata”. Lo scrive diario16.com.

La denuncia è stata depositata, come ricorda l’associazione Liberum nel suo comunicato pubblico, «a causa delle dichiarazioni rese nell’account Twitter ufficiale il 13 novembre in cui l’ex ministro dichiarava che «Chi non si vaccina è responsabile di questa nuova ondata». Come si rileva, «il gip apprezza, nelle motivazioni dell’ordinanza emanata, che esse presentino caratteristiche tali da far presumere l’eventuale sussistenza di un reato», nello specifico, un delitto di incitamento all’odio previsto e punito dall’articolo 510 del Codice Penale.

Condividi su:

7 thoughts on “Spagna, diffonde falsità contro i non vaccinati: politico indagato per incitamento all’odio

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.