Sospesa la prof. che esultò per la morte di Jole Santelli: “Sei mesi senza stipendio”

Condividi!

Esultò sui social per la morte di Jole Santelli ed è stata sospesa. Paola Castellaro, la docente di Genova ed ex attivista grillina che il 15 ottobre 2020 esultò per la morte della governatrice calabrese è stata sospesa dal servizio per sei mesi a seguito di un provvedimento disciplinare avviato dall’ufficio scolastico per la Liguria. La donna che insegna al liceo statale Pertini di Genova per sei mesi non percepirà lo stipendio, come riporta La Repubblica e non risulta nemmeno nell’organico della scuola. Dopo il messaggio su Facebook la scuola fu tempestata da mail e telefonate contro l’operato della docente, così da spingere il dirigente sanitario a prendere dei provvedimenti. La scuola fece subito una lettera di censura verso la prof. definendo quelle parole sui social “offensive e denigratorie” e avviò un procedimento disciplinare. È quanto riporta oggi Leggo.it.

La docente aveva scritto nel post sul social: «evvai! una mafiosa di meno!!!», poi il post fu rimosso, ma letto da molte persone, al punto da rimbalzare su diversi siti fino a diventare di interesse nazionale. La professoressa era anche stata candidata come consigliera comunale m5s alle amministrative 2017. Una frase che non è proprio piaciuta e che le è costato un provvedimento disciplinare sul lavoro. Ma non solo. Paola Castellaro è anche sotto indagine della procura di Genova, per ‘diffamazione aggravata‘, dopo la querela presentata dall’avvocato calabrese Sabrina Rondinelli per conto delle sorelle di Jole Santelli.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.