Sicilia, barcone di migranti nel presepe della parrocchia: “Lo vuole Papa Francesco”

Condividi!

CATANIA – Un barcone con a bordo un gruppo di migranti nel presepe della parrocchia Maria Santissima del Rosario a Fiumefreddo di Sicilia per sottolineare, “in quest’anno difficile caratterizzato dall’emergenza sanitaria da Covid, l’importanza dell’accoglienza”, tema “molto vicino soprattutto a noi siciliani con le coste della nostra isola che accolgono annualmente migliaia di profughi”. Le parole sono di don Egidio Vecchio, “Papa Francesco, nella lettera enciclica Fratelli Tutti, afferma che la pandemia ha, inoltre, suscitato a tutti noi la consapevolezza di essere una comunità mondiale che naviga sulla stessa barca che è ben evidenziata nel presepe creato dai giovani”. È quanto scrive il Quotidiano di Sicilia.

“Questo presepe – aggiunge – evidenzia che come cristiani noi siamo chiamati ad accogliere Cristo che viene in mezzo a noi, non solo nelle nostre vite, ma soprattutto nell’esistenza di coloro i quali per varie vicissitudini, sono costretti a lasciare la propria terra natìa”. Il direttore dell’Ufficio pastorale per i migranti don Lucio Cannavò, nel ringraziare i giovani della comunità parrocchiale per il lavoro e la cura dell’opera, afferma: “La precarietà dei migranti e della Grotta di Betlemme possano portare all’attenzione di chi cerca riparo e protezione”.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.