Settanta somali occupano il ponte a Firenze: “Restiamo qui finché non ci darete la casa”

Condividi!

Continua la protesta dei migranti somali che martedì mattina sono stati sgomberati dall’occupazione di un palazzo in via Baracca. Una settantina di loro ha trascorso la notte, in segno di protesta, sul ponte Enzo Ferrari, sopra il Mugnone a due passi da Piazza Puccini. «Restiamo qui finché non avremo una casa» dicono all’unisono. Quasi tutti rifiutano l’accoglienza temporanea. «Vogliamo un alloggio dignitoso, vogliamo stare tutti insieme». Il video del Corriere Fiorentino:

Alcuni lavorano come giardinieri, altri come facchini per cooperative di volantinaggio. «Ma i soldi non bastano per pagare un affitto». Il ponte è chiuso alla circolazione, da una parte l’ingresso è sbarrato dalle camionette dei carabinieri e della polizia, dall’altro c’è la polizia municipale. Ripercussioni sul traffico nell’area attorno a piazza Puccini.

Condividi!

3 thoughts on “Settanta somali occupano il ponte a Firenze: “Restiamo qui finché non ci darete la casa”

  1. I Fiorentini saranno felici, vogliono questo!!Hanno votato chi vuole questo!! Gli altri italiani…meno..

  2. I loro nonni erano Ascari, ed in certi casi hanno combattuto a fianco dèi nostri soldati,anche in maggior numero, quelli lì si che potrebbero avere un trattamento di favore, ma sono arrivati ultimi, con gli inconvenienti che ne conseguono. Gli abbiamo cantato faccetta nera sarai romana ed i loro nonni gielo hanno detto , ora sono qua !

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: