Scienziata denuncia: “L’UE voleva che dicessi a tutti i costi che la variante Omicron è pericolosa”

Condividi su:

A fare questa importante denuncia è Angelique Coetzee, scienziata sudafricana autrice della scoperta della variante Omicron. Ecco le sue parole confessate al Welt e Daily Telegraph: “Mi fu chiesto di non dichiarare pubblicamente che si trattasse di una malattia lieve e di dire che eravamo di fronte a una malattia grave”.

Io – continua la Coetzee – ho rifiutato, perché dal quadro clinico non vi erano indicazioni che si trattasse di una malattia molto grave. Il decorso è per lo più mite. Non sto dicendo che si non ammalerà nessuno. Ma la definizione di malattia lieve da Covid-19 è chiara. Sono stata criticata dai Paesi europei ma non solo. Quello che ho detto a un certo punto, perché ero solo stanca, è stato: in Sud Africa questa è una malattia lieve, ma in Europa è molto grave. Era ciò che i politici dell’UE volevano sentire”. Si tratta di una pesantissima accusa nei confronti dei poteri forti europei. Lo ha riportato Vero Magazine.

Condividi su:

3 thoughts on “Scienziata denuncia: “L’UE voleva che dicessi a tutti i costi che la variante Omicron è pericolosa”

  1. IL VERO MALATO E IL POTERE FORTE CHE SI STA DIFENDENDO DA SCIENZIATI ONESTI CHE SVELANO LA VERITÀ I MORTI SONO CAUSATI DA INQUINAMENTO ACQUA, CIBO DA ALLEVAMENTO E COLTIVAZIONE INTENSIVE. C’HI HA PODOTTO SCORIE E NON HA SMALTITO MA HA SOTTERRATO E IL SOLO VIRUS MONDIALE ORA VOGLIONO UCCIDERE LA SCIENZA CHE SVELA LA VERITÀ.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.