Sbarchi record, Draghi ammette: “Non sappiamo più dove mettere i migranti, ora tocca all’Europa”

Condividi su:

L’ammissione di Draghi sugli sbarchi record che avvengono tutti in Italia: “La gestione della migrazione deve essere umana, equa ed efficace. Noi cerchiamo in ogni modo di salvare i migranti nei mari nostri. Il nostro sforzo è straordinario, siamo tra i Paesi più aperti ma bisogna anche capire che non si può essere aperti senza limiti, altrimenti il Paese che accoglie non ce la fa più“.

“Forse siamo il Paese meno discriminante e aperto il più possibile, ma anche noi abbiamo dei limiti e ora ci siamo arrivati». «Ora tocca all’Europa!», è da dieci anni che i vari presidenti che si sono succeduti (Letta, Renzi, Gentiloni, Conte) dicono così, ma alla fine sbarcano e ce li ritroviamo a bighellonare sempre qua in Italia. Lo ha riportato oggi Yahoo! Notizie.

Condividi su:

6 thoughts on “Sbarchi record, Draghi ammette: “Non sappiamo più dove mettere i migranti, ora tocca all’Europa”

  1. ah cazzo ora se ne accorgono anche loro.5.5 miliardi ci costano questi!
    se lo dicono gli alti le cose con un minimo di ragionamento hanno sempre un epiteto, no-vax, no-tav, omofobo, razzista etc. etc.
    ora draghi cosa è?

  2. Portatevelo a casetta vostra, siete 600 strapagati , cominciate a rendervi utili !!!!!
    Pure gli Ukraini finché ci siete !!!!!!
    Tutti belli chiusi dentro per non fare danni col COVID.
    Magari con FFP2. Con la speranza che vi ci strozziate!!

  3. “.. . ora tocca all’Europa” – Bella frase fatta, come se “l’Europa” fosse pronta ad esaudire la richiesta del sig. Draghi con la bacchetta magica. Quella chiamata falsamente immigrazione, ma è (ed è sempre stata) una deportazione a tutti gli effetti, che non si è fermata nemmeno durante i due anni di lockdown con tutte le restrizioni annesse (per gli italiani) ed è la prova provata di un piano ben congegnato, mirato alla sostituzione etnica. Una forsennata rincorsa a creare caos e disordine sociale e non si contano più gli episodi di stupro e reati di ogni genere nelle metropoli come nelle città minori. Questi s-governanti rei di ogni sorta di tradimento e angherie verso il Paese e il popolo non possono che augurarsi il permanere se non un’escalation di disordine e confusione per potersi sottrarre, a modo loro, ad una resa dei conti che prima o dopo arriverà; dovranno pagare un conto molto salato.

  4. Il piano Kalergi, ve lo siete già dimenticato?
    Questo bellimbusto, come i predecessori eseguono un piano di sterminio dei locali, per poi sostituirli con questi.
    Incredibile che ancora le presunte ffoo, con magistrati compiacenti continuino impuniti a tacere, o peggio a sostenere.
    A quando la sveglia degli italiani?

  5. OT (ma non troppo): qualcuno ha scoperto che la Greta e’ legata ai Rothschild (una bisnipote)……….

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.