Santori: “In casa coltivo le piantine di cannabis. Mi faccio le canne da quando avevo 18 anni”

Condividi su:

“Coltivo la cannabis sotto le lampade in casa e quest’anno il raccolto di tre piantine mi ha fruttato 60 grammi d’erba“. Lo ammette Mattia Santori, fondatore del movimento delle Sardine e oggi consigliere comunale a Bologna con delega al Turismo, promotore dei Cannabis talk e di altre iniziative di sensibilizzazione sul tema.

La confessione qualche giorno fa durante gli Stati generali sulla cannabis che si sono svolti a Milano, ma “l’avevo già detto in passato”, sottolinea intervistato ieri da Repubblica. “Mi faccio le canne da quando avevo 18 anni, poi un giorno mia sorella rientrata da Amsterdam mi ha portato dei semi, un regalo goliardico, li ho piantati ed è andata male. Ho comprato l’occorrente e solo al terzo tentativo sono cresciuti. Insomma non solo la consumo, ma la autoproduco per uso personale”. “Al momento l’autocoltivazione è equiparata allo spaccio per cui io rischio sino a sei anni di carcere: è assurdo. Non a caso le Corti riunite della Cassazione hanno già indicato ai tribunali di considerare poche piantine come uso personale. Ora tocca al Parlamento muoversi”. Lo ha scritto ieri sera l’ANSA.

Condividi su:

7 thoughts on “Santori: “In casa coltivo le piantine di cannabis. Mi faccio le canne da quando avevo 18 anni”

  1. Tutto fumo e niente arrosto. Una merdina politica che non a caso è entrato nel pd, il partito dementi che accoglie clandestini, scafisti, spacciatori, parassiti… tutti purché contro gli italiani.

  2. Ma non danneggiava il cervello? O ricordo male io? Mi sembra che abbia anche degli effetti benefici, qualcosa che ha a che fare con i dolori articolari, è di aiuto ai malati, come ad esempio quelli con la sclerosi, ecc, migliora le patologie, rende più creativi, ecc, ma ad alte dosi di THC sballa molto. Mai provato nulla, pur essendo una sottospecie di artista, ho anche rifiutato quando un tizio disse di volermela offrire. E tutte/i mi dissero che non sapevo cosa mi perdevo e che tuttavia ero sempre in tempo per provare… Eh vabbè… Addirittura alcuni mi fumavano davanti e mi ha dato molto fastidio, stavo malissimo e mi sentivo soffocare e tossivo… Lo stesso per il fumo passivo, (lo fanno per la nostra salute. D’altronde vendono le sigarette, no? Ahahah), eppure non obbligavano ad indossare delle mascherine chirurgiche che possono tra le tante COSE causare anche soffocamento… Comunque ho studiato qualcosa sulle droghe, mi sono informata, ho letto degli opuscoli, mi sono documentata anche su quelle leggere. Ho letto tantissimo. Non mi convincono. Anche se a quanto pare non ti fanno pensare ai problemi ma momentaneamente… Io ne ho tanti e soffro di ansia e attacchi di panico per giunta ma devo dire che mi darebbe fastidio non essere più lucida. Ho le mie facoltà mentali da preservare. Anche se comprendo l’uso terapeutico che se ne fa. Oltretutto c’è poca informazione a riguardo, soprattutto tra i giovani, non hanno stimoli, sono tristi, delusi, magari hanno una famiglia un po’ così, (e allora cosa dovrei dire io (?) E allora si drogano, ma anche per quanto riguarda le malattie sessualmente trasmissibili, ecc, alcuni non sanno… Non si fa mai nulla per i giovani. In passato vedevo ragazzini troppo sfrontati e stupidi… Ora tutti asociali invece. Tutti a farsi le vacanze e io a casa, al caldo… A questo punto comunque credo sia meglio la CBD senza THC se proprio si ricercano i benefici. Comunque contento lui, buon pro gli faccia. Tutte i bimbiminchia che conosco io che si fanno le canne hanno il cervello bruciato e sono stronzi… Pure quelli che abusavavo di alcolici… Vedasi gli incidenti che ci sono stati da me. Ovviamente anche lì nessuno ne ha parlato… Ps: per non parlare dei bimbiminchia che addirittura si mettono a pagare lo spacciatore davanti a te. Eppure i carabinieri non fanno mai nulla. E guardano me. Come se non bastasse qui da me, (Sud Sardegna, anche se sono originaria di Nuoro), è morto pure un ragazzo di soli 28 anni ed era un tossicodipendente, cocaina se non erro. E naturalmente non se ne è parlato per nulla. Lo stesso quando muore qualcuno che era più o meno giovane. Giovani comunque ne stanno morendo a frotte, anche anziani. Devo dire che io e il ragazzo deceduto avevamo idee piuttosto divergenti. Tuttavia era un bravo ragazzo, seppur fosse falso come Giuda e covidiota. Ricordo che mia madre d’inverno non ha mai acquistato la legna e mi sorbisco sempre il freddo gelido oltre al suo umore pessimo e lui era incazzato… Lo stesso quando gli scrissi che mia madre non mi aveva nemmeno iscritta alle scuole superiori perché la considerava una perdita di denaro… Mi vantava un sacco, forse pure un po’ troppo. Per lui ero intelligente, matura, simpatica, ecc. Non me lo meritavo. Un po’ mi manca… Qui persone come lui sono rare da trovare… Poverino… Tuttavia, era anzitutto convinto che sarebbe morto di coglionavirus a CAUSA di tutto il martellamento mediatico subìto e che c’è stato. Lo abbiamo subìto tutti del resto… Dipende dal cervello che si ha. E se ti lasci condizionare, c’è chi è più debole e chi invece meno. C’è poco da fare… Anch’io ho avuto dei dubbi e talvolta li ho ancora… È normale, sono umana. Non sono infallibile, ovvio. Mi dà fastidio che sia morto con la paura e con la stessa convinzione errata dei covidioti… Magari pure lui sarebbe stato asintomatico come la stragrande maggioranza delle persone. Addirittura io non l’ho nemmeno mai preso, nessun raffreddore. Però guai a parlarne perché le priorità sono altre, eh, sia mai che la gente comprenda cosa uccida realmente i giovani, eh. Qui nessuno è mai morto di covid-19, sarebbe ora che si valutassero eventuali benefici, perché ci sono soltanto rischi, eppure i giornalai dispensatori di fake news frantumavano sempre i coglioni, vedasi: “Sono 11 le vittime morte in una casa di riposo a causa del covid”. Fine. Qui non ci sono stati altri morti. Sono i covidi0ti che ne hanno fatto una tragedia epocale e drammatica. Hanno ingigantito tutto. Gli anziani malati sono sempre morti. Inoltre io la coscienza ce l’ho pulita, non li ho mica contagiati io quei poveri vecchietti. E poi mi domando: era così difficile rafforzare i settori a rischio? Dare vitamine, integratori, farli uscire nei cortili alla luce del sole, ecc? La gente cosa ha studiato a fare? Perché sono così rincoglioniti qui? Mica sono SEMPRE stati senza un padre come la sottoscritta. Ergo: hanno avuto tutti gli studi pagati dal papino come tanti che ho conosciuto che non avevano nemmeno voglia di studiare e mi spingevano a farmi inoculare sostanze sperimentali e potenzialmente pericolose. Da notare poi che quei vecchietti deceduti avevano 90 anni e 3 patologie pregresse a testa. Sì sì, ha stato proprio il covid-19 a ucciderli. Come no. Ahaha. Ridicoli e patetici. Ma sapete com’è, era più importante terrorizzare le persone, magari pure i giovanissimi, e spingere ai cacchini pure i tossicodipendenti, eh sì…

    1. Si, se si fuma regolarmente questa roba in adolescenza, si possono riportare danni mentali e neurologici piuttosto seri.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.