Sanitari in piazza contro obbligo vaccinale: “Non siamo cavie”

Condividi!

A centinaia in piazza oggi pomeriggio a Genova per la manifestazione indetta da Cub contro l’obbligo di vaccinazione anti Covid, previsto dal governo Draghi per il personale sanitario: “L’obbligo impone una scelta che nel nostro ordinamento dovrebbe essere libera, tanto è vero che alle persone viene chiesto di sottoscrivere un consenso informato – ha sottolineato Maurzio Loschi, segretario Cub Sanità Liguria – Noi siamo d’accordo con questa misura, però dev’essere un consenso libero e non estorto”. Tra i manifestanti, infermieri, oss, personale medico ma anche educatori professionali ed esponenti di altre categorie professionali. Lo riporta Genova24.it.

Nessuno può essere obbligato a fare da cavia”, si legge su alcuni cartelli. Loschi ha precisato che non è una posizione contro i vaccini, “siamo critici e raccogliamo l’istanza delle persone. Noi non entriamo nel merito del motivo per cui un lavoratore fa una scelta e non facciamo propaganda per una scelta o l’altra. Ma una volta che loro hanno scelto, crediamo che non sia giusto ricattarli”.

Condividi!

2 thoughts on “Sanitari in piazza contro obbligo vaccinale: “Non siamo cavie”

  1. Il vaccino Covid DEVE essere di libera scelta!! ANZIANI E PATOLOGICI dovrebbero farlo(se vogliono, X loro stessi) ..oltretutto.. In Estate?!?! Mai visto prima..

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: