Roma, infermiere muore nel sonno a 42 anni: “Aveva fatto il vaccino”

Condividi!

“E un altro infermiere morto di infarto improvvisamente dopo il vaccino. Nessuna correlazione? Perché non fanno le autopsie. Era giovane aveva 42 anni. Un dubbio a questo punto dovrebbe venire o no?”. Lo riporta l’opinionista Daniela Martani sul suo profilo Twitter, citando un articolo di Repubblica.

La reazione di un utente: “Posso testimoniare io per questo ragazzo. Faceva l’infermiere nello stesso ospedale dove lavora mio fratello. E sono stati tutti vaccinati con il secondo richiamo quattro o cinque giorni fa. Lui purtroppo era uno di questi. Mi fa tanta rabbia che non hanno voluto fare l’autopsia perché il medico legale ha dichiarato che non era necessaria. Era evidente che fosse morto di arresto cardiaco. Sì ma Luigi era un ragazzo in ottima salute, mangiava bene e andava a camminare ogni giorno con sua moglie. Era uno sportivo. Amava la vita e i suoi due figli. Mi dispiace per questa famiglia distrutta”.

Condividi!

6 thoughts on “Roma, infermiere muore nel sonno a 42 anni: “Aveva fatto il vaccino”

  1. Era sano ma non abbastanza di cervello perchè se lo fosse stato al siero della morte morte avrebbe risposto NO GRAZIE!!!

  2. I vaccini sono stati provati a pazienti sani e devono essere fatti senza obbligo a persone sane non ad anziani e giovani malati con patologie diverse

  3. Il siero della morte…😂 state messi male!Sicuramente siete anche terrapiattisti e vegani.. quanta ignoranza…

Rispondi a Salvatore scellato Annulla risposta

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: