“Quarta dose? Non vaccinatevi”. Licenziato il Dr. Pietro Gasparoni

Condividi su:

Da martedì 9 agosto il Centro di medicina non collabora più con il dottor Pietro Gasparoni. Con queste parole il Centro di Medicina ha confermato pubblicamente su Facebook di aver interrotto la collaborazione con il medico endocrinologo finito nella bufera per aver pubblicato un appello contro la vaccinazione su carta intestata della clinica di Montebelluna. Così Treviso Today.

Un annuncio che non ha fatto altro che gettare ulteriore benzina sul fuoco: centinaia i commenti a sostegno del medico anti-vaccino. C’è addirittura chi giura di non voler più mettere piede nella clinica dopo questa decisione. Intanto la presa di posizione di Gasparoni è stata duramente criticata anche dall’Ordine dei medici.

Condividi su:

8 thoughts on ““Quarta dose? Non vaccinatevi”. Licenziato il Dr. Pietro Gasparoni

  1. E finalmente qualcuno non ce la fa piu a turarsi il naso !
    Ben vengano anche se in ritardo questi dttori pentiti o convertiti di fronte all evidenza dei danni da siero genico sperimentale e mortale !
    E il centro di medicina assassino vada a farsi fottere o piu avanti vada a difendersi in tribunale !

    1. Se i colleghi del dottor PIETRO GASPARONI fossero davvero dei DOTTORI, si licenzierebbero tutti in tronco.

      Il centro di medicina, dici bene “aSSaSSino” … deve fallire!

  2. Il Centro di medicina è una piovra privata con sedi in mezzo Veneto. Sta a tutti noi boicottarlo sino a farlo fallire.

  3. Massima solidarietà a questo dottore. Purtroppo sono vittime di un sistema nazisanitario, ahinoi. Forse si sarà reso conto che ci obbligheranno a fare dosi su dosi di vaccini sperimentali covid-19, fino a quando schiatteremo tutti… Si sarà rotto e non lo biasimo. Questi che lo hanno licenziato invece dovrebbero vergognarsi. Come minimo saranno stati proprio i covidioti a segnalarlo per farlo licenziare. Si riconfermano ridicoli, degli smidollati sprovveduti senza spina dorsale. Dei bulli egoisti ed ignoranti come il loro idolo bubù. O forse DOVREI chiamarlo Belzebù. Anni di indottrinamento ed impoverimento dati dalla tv del lavaggio del cervello hanno portato anche ad un impoverimento cerebrale… Ormai si delegano decisioni importanti che riguardano la propria vita ai fantomatici esperti covidioti quali Burloni, Prefiasco e Bassetti la scimmia… Poi se muori pazienza. Umanità finita, persa… Che tristezza… Poi i covidioti dicono anche: “Sei un virologo PeR cAzo??1” E ci avevo anche fatto un meme a riguardo. Però nemmeno loro sono dei virologi, eppure hanno già deciso che i virologi giusti e per i quali fare il tifo sono quelli che piacciono a loro e non altri medici esperti che magari vengono erroneamente chiamati ‘novax’, anche se chiedono soltanto più dati, oppure hanno dei dubbi su questi vaccini covid che non sono uguali agli altri… Boh… Anche certe uscite di Zangrillo non mi hanno fatto esattamente impazzire però non si può dire che sia esattamente un covidiota. Forse perlopiù una via di mezzo… Secondo si è un po’ rotto i COGLIONI anche lui…

  4. Dott Gasparoni ,
    apra lei un centro di medicina , e sicuramente avra tantissimi clienti che si fidano di lei !
    Mica e obbligato a lavorare per il centro veleni !
    E ora che rinascano le arti e i mestieri che si mandi a cagare le multinazionali e i politici venduti che le appoggiano .
    Che si tassino questi soggetti che mandano sul lastrico milioni di persone senza pagare tasse , che si tassino al 90 % del fatturato .
    Che si mandi a cagare tutta questa cricca che ci ha rubato il benessere con lo slogan ( Privato e Bello )
    E bello si , ma per voi che ci avete rubato il nostro pubblico attraverso politici corrotti !

  5. Dovremmo segnarci i nomi e le citta’ di medici come questo dottore, medici autentici, che non tradiscono il giuramento di Ippocrate per tornaconto personale o per paura di perdere il posto, e andare a farci curare solo da loro.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.