Puzzer: “Ormai siamo in dittatura, tutti in piazza per pretendere di vedere Draghi” (VIDEO)

Condividi su:

Stefano Puzzer lancia un appello ai patrioti: “Ormai siamo in una dittatura, non più in una democrazia. Questo bisogna dirlo forte. Le persone in Italia si devono rendere conto che questa ormai è dittatura. Noi aspettiamo mercoledì per vedere le risposte che arrivano. Dopodiché tutta l’Italia dovrà pretendere di vedere Draghi. In un’unica piazza davanti a tutto il popolo italiano. E abbia il coraggio di dirci cosa pensa di noi. Anche se siamo minoranza noi pretendiamo rispetto. Ma che ce lo venga a dire in faccia”. È quanto riporta oggi Francesca Totolo sul suo profilo Twitter.

Condividi su:

5 thoughts on “Puzzer: “Ormai siamo in dittatura, tutti in piazza per pretendere di vedere Draghi” (VIDEO)

  1. Non capisco, e se anche Draghi uscisse in piazza e parlasse al popolo? Cosa direbbe di diverso da quello che dice in TV? La questione non e’ cosa fara’ Draghi, ma cosa deve fare il popolo. Per esempio, organizzarsi non solo per le manifestazioni (che non fanno effetto sul PdC), ma per dgli scioperi generali e prolungati. Se non si ferma tutto il Paese, questo governo va avanti come un carrarmato.

  2. NON CONCORDO – PUZZER HA IDEE GENIALI.

    Se, ad esempio, Draghi si collegasse in video conferenza in tutte le piazze d’Italia, si sentirebbe la gente che gli fischa contro. E che gli canta la canzone di resistenza LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI. Ogni rock star, ogni attore di teatro, ogni cantante lirico sa bene che cosa significa avere il pubblico contro.

    Ecco, immaginate Draghi partecipare a una Corrida Virtuale con ripresa video. CHE MAGNIFICA IDEA … PENSIERO STUPENDO.

    Pensate a condividere quel video in tutto il mondo. Ma il Professor Draghi non ha il fegato di presentarsi.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.