Putin ha fatto liberare i pescatori: telefonata decisiva ad Haftar

Condividi!

Silvio Berlusconi ha sentito al telefono Marco Marrone, armatore del Medinea, uno dei due pescherecci rientrati a Mazara del Vallo con a bordo i 18 pescatori rilasciati dopo 108 giorni di prigionia in Libia. II leader di Forza Italia ha detto di aver seguito la vicenda del sequestro sin dal primo giorno e, come riferito da Marrone, ha parlato anche del “ruolo di Vladimir Putin” nella liberazione dei pescatori siciliani. “La sua telefonata – ha aggiunto l’armatore – mi ha fatto molto piacere: sono milanista da sempre e continuo a considerarlo il presidente”. Lo riporta Libero.

Silvio Berlusconi smaschera il premier Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio sulla sceneggiata libica. Altro che “successo del governo”, a giocare un ruolo decisivo per la liberazione dei pescatori di Mazara del Vallo sequestrati è stato il leader russo Vladimir Putin. È stato lui “con le sue telefonate ad Haftar a farli liberare, questa è la verità di quello che è successo”, ha rivelato il fondatore di Forza Italia nel corso di una telefonata in vivavoce con Marco Marrone, l’armatore del Medinea, uno dei due pescherecci rientrati stamattina a Mazara del Vallo con i 18 pescatori bloccati in Libia per 108 giorni. “Non bisogna dirlo però; poi si dice che lui è un sostenitore di Haftar, ma non vuole che si dica”, ha aggiunto Berlusconi.

L’ex premier Silvio Berlusconi ha chiamato al telefono l’armatore per esprimergli vicinanza dopo la liberazione dei 18 pescatori. A fare da tramite il Presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè, commissario regionale di Forza Italia in Sicilia, venuto a Mazara per l’arrivo dei due pescherecci. “Berlusconi è stato molto gentile – dice Marco Marrone – mi ha detto di avere seguito la vicenda fin dall’inizio e ci ha fatto gli auguri”. È quanto riporta il quotidiano il Tempo.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.