Putin blocca Facebook in Russia perché censura i patrioti: “Viola libertà e diritti umani”

Condividi su:

Putin, la Russia e Mosca accusano Meta (il nuovo nome di Facebook) di violare i diritti umani a causa della censura selettiva che applica il social network di Mark Zuckenberg. E così la Procura generale russa d’intesa con il Ministero degli Affari Esteri ha deciso di riconoscere Facebook coinvolto in violazione dei diritti umani e delle libertà fondamentali, nonché dei diritti e delle libertà dei cittadini russi. Lo ha riportato RT.

Condividi su:

3 thoughts on “Putin blocca Facebook in Russia perché censura i patrioti: “Viola libertà e diritti umani”

  1. Ebbene sì. Ne parlavamo giusto l’altra sera, con Vladimir e un altro paio di amici e ci diceva proprio questo .. “ prima o poi lo aggiungo alla lista.. già ha rotto i coglioni con sto pensiero UNICO…!!!! Noi siamo “ eclettici”..e ci piacciamo così!!” .. che uomo di PAROLA !!! Grande Putin , domani sera tutti da me …!!!!!

  2. Bravi!!
    E adesso bloccate anche le carte di debito !
    Chiudete il gas alla polonia , e offrite il gas via ukraina a 400 dollario 1000 Mc , cosi l america si fuma il shale gas !
    Naturalmente rendendo pubblico questo cosi gli aumenti li ficchiamo in culo a Draghi, Salvini,Di maio , Letta e mozzarella !
    I soldi vincono !
    Ai principi si puo passarci sopra , cosi fanno gli italiani e l europa da millenni !!

  3. Bravissimo Putin. Servono social e media sotto stretto controllo pubblico (non come la rai in Italia!).Se non avviene la dittatura degli usurai globalisti occulti che controllano anche i media e censurano la verità con le loro bugie e promuovono valori corrotti e dittatura sociopatica non finira’. Questi usurai sono gli stessi che si sono impossessati della moneta degli stati, che producono privatamente ed a costo zero e con cui depredano ogni bene pubblico e privato.

    Solo a titolo di esempio,la Banca d’Inghilterra è privata dal 1699,quella di Francia dal 1800, la FED dal 1913 e la Banca d’Italia dal 1992.La BCE è privata da quando è nata, essendo proprieta’ in quota delle banche centrali europee,tutte private.Tutte queste sono fonti primarie di produzione del denaro; basta un clic sul computer o sulla stampante.Ovviamente non possono mai fallire anche se provano a farci credere il contrario perchè le persone potrebbero capire che con un semplice clic si potrebbero annullare tutti i debiti esistenti.

    Gli usurai ovviamente sono contro i Cristiani che parlano di uguaglianza di fronte a Dio: la stessa preghiera del Padre nostro gli infastidisce quando dice “e rimetti a noi i nostri debiti / come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori”

    Oltre alla produzione primaria del denaro, le oligarchie della finanza hanno anche la proprietà della maggioranza delle banche.Le banche sono la fonte secondaria della creazione del denaro; se X versa 1000 loro possono subito prestare 10000 non avendoli in bilancio poichè hanno l’obbligo di tenere solo il 10% in contanti, quelli versati da X.

    Lo stato italiano aveva delle ottime leggi bancarie in cui lo stato aveva voce sulla creazionedel denaro e sul controllo delle banche.Ovviamente sono state cambiate per favorire i padroni stranieri.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.