Professore universitario ucciso da malore a 41 anni: trovato morto in una stanza d’albergo

Condividi su:

ROMA — Lutto a Gragnano per l’improvvisa scomparsa di Vincenzo Del Gaudio, trovato morto in una stanza d’albergo. Del Gaudio, 41 anni, era professore all’Università di Salerno ed era a Roma per un impegno di lavoro. Da domenica scorsa, però, nessuno aveva più sue notizie. Avrebbe dovuto lasciare la stanza, ma dalla stessa non era più uscito. La cosa ha allarmato la direzione della struttura alberghiera che hanno allertato le forze dell’ordine. All’arrivo la tragica scoperta: per il giovane professore già non c’era più nulla da fare. Lo scrive Lo Strillone.

Gragnano sotto choc: trovato morto in albergo giovane professore universitario, 41 anni. E’ stato trovato morto in una stanza d’albergo. Gragnano è sotto choc per l’improvvisa scomparsa di Vincenzo Del Gaudio. Un malore mentre era in camera d’albergo, aveva 41 anni. Da ieri sera però nessuno aveva più sue notizie. Avrebbe dovuto lasciare il bed & breakfast nel quale si trovava ma da quella stanza non è più uscito. Ovviamente, nessuna correlazione.

Condividi su:

15 thoughts on “Professore universitario ucciso da malore a 41 anni: trovato morto in una stanza d’albergo

  1. Se fosse stato qualche tipo sospetto in un bed&breakfast si sarebbe parlato di cocktail di sostanze stupefacenti, di notte brava con troie, orgia omosex… Ma siccome è un bel professorino che s’è fatto il punturino possiamo escludere le suddette cause.

  2. Tanto l’università italiana con questi soggetti andrebbe proprio chiusa per sempre, non serve a niente.

  3. l’università e la tv è piena di boriosi rompicugghiuni professoroni boomers over 60 scassaminchia , che poi passano a sdottoreggiare scrivendo articoli spaccapalle sul fuffintonpost , sul ruttoquotidiano e tutti i giornalacci della sinistraccia stracciona on line , che vogliono dirci cosa pensare mangiare bere e quant’altro.

    1. Quoto tutto, avendo studiato all’università tanti anni fa non vedevo l’ora di uscirne. Professoroni immensi coglioni che chiedevano a noi laureandi come si fa un pacchetto e come e dove si spedisce, e mandavano i loro leccaculo all’ufficio postale.
      Per carità, da chiudere per sempre.

  4. No è dato sapere al momento se codesto professore fosse vaccinato… certo che universitari e docenti universitari in massa hanno fornito pessima prova di loro stessi in ogni risvolto di vicenda green pass… retrocedendo primario luogo di libero accesso come facoltà universitarie (solamente da mille anni!)… a luogo di aberrante discriminazione quotidiana…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.