Prof. Sinagra: “Draghi e Speranza insultati dagli italiani ovunque vadano. E non si dimettono”

Condividi su:

di prof. Augusto Sinagra — Datevi una risposta. Perché un qualsiasi individuo continua ad occupare una carica istituzionale di vertice quando sa di essere circondato da generale disistima politica, morale e umana? Parlo dello sportellista bancario. Perché un qualsiasi individuo continua a mantenere una carica istituzionale di vertice quando, ovunque vada, non può farsi vedere in pubblico perché viene immancabilmente e pesantemente insultato e “inseguito”? Parlo del lombrosiano Roberto Speranza.

Penso che ciò avvenga perché questi individui perseguono evidentemente interessi personali o interessi stranieri, e siano costretti a farlo per minaccia o convenienza. E dopo la ridicola e indegna sfilata di cosiddetti “medici” il 2 giugno, mi chiudo al cesso per respirare aria più pulita. Dio ci aiuterà perché Dio è con noi. Buon sabato e domenica a tutti.

Condividi su:

12 thoughts on “Prof. Sinagra: “Draghi e Speranza insultati dagli italiani ovunque vadano. E non si dimettono”

  1. Certamente perseguono interessi stranieri, non occorre essere complottisti per vederlo.Il problema vero è il Parlamento che continua a sostenerli: o sono tutti scemi o il sostegno a questi interessi è ampiamente diffuso. Non si chiama solo corruzione, in questo caso, con tutti i morti provocati, parliamo di alto tradimento. E sappiamo quali pene preveda.Il fatto che della partita faccia parte anche molta alta magistratura, nonché altri vertici quali Presidenti di Ordini professionali, capi di organismi militari ecc. rende ovviamente la pulizia più difficile.
    In altri casi la soluzione è consistita nel colpirli personalmente. Sicuramente, poi, come afferma pure Sinagra, dal mondo spirituale ci arriverà una mano tesa: ma occorrerà saperla cogliere, questa occasione: intanto dobbiamo continuare a prepararci, informare, studiare.

    1. Solo se si avvererà la profezia di Rasputin possiamo liberarci da tutta la feccia elencata, ma ancora gli italiani dormono sonni profondi sono duri di comprendonio e solerti alla vigliaccheria, sto apettando di vedere cosa li sveglierà dopo tanto frastuono continuano a sprofondaren sempre più giù la testa nella sabbia per ignorare la realtà e rimandare quello che andrebbe fatto subito.Anche i ragazzini se ne sonoaccorti che belli papà hanno senza nessuna degnità. Povera italia.

  2. Meglio che non dica dove spero di vedere questi schifosi criminali, e intendo TUTTI al governo esclusi giusto alcuni, che è meglio.
    E no, non intendo in galera.
    Sono traditori, miserabili servi di poteri stranieri che devono presto avere ciò che meritano.

    Grande Prof. Sinagra come sempre, buon fine settimana a Lei e alla redazione!

  3. Covid, “mortalità in aumento nei Paesi europei altamente vaccinati”
    Lo scrittore ed ex giornalista del New York Times Alex Berenson: “l’ampio pattern di morti in eccesso nell’ultimo anno non potrebbe essere più chiaro” “La mortalità per tutte le cause sta aumentando – puntualmente, più di tre mesi dopo i booster a mRNA – e soprattutto negli anziani, il gruppo sottoposto a più richiami. Sta diventando difficile vedere tutto questo come una coincidenza“. è quanto afferma Alex Berenson, scrittore ed ex giornalista del New York Times. “ https://www.meteoweb.eu/2022/06/covid-mortalita-aumento-paesi-europei-altamente-vaccinati/1801283/

  4. Covid, ospedali come bunker: Angela Camuso denuncia in diretta ▷ “Vi racconto l’orrore che ho visto” “Persone trattate come animali nelle corsie degli ospedali, persone che sono state legate ed intubate contro la loro volontà e si è tentato di farle passare per pazze, sottoponendole a perizie psichiatriche. Per loro non era concepibile che una persona si rifiuti di farsi intubare e tornare a casa. Poi chi è riuscito ad uscire, oltretutto, non è morto. https://www.radioradio.it/2022/06/covid-ospedali-come-bunker-angela-camuso-denuncia-in-diretta-radio/

Rispondi a Dino Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.