Prof. Frajese: “Mia figlia non la farò vaccinare: 18 mesi troppo pochi per sviluppare un vaccino”

Condividi!

Parla l’endocrinologo, prof. Giovanni Frajese: “Personalmente, io una figlia la ho, ma non la vaccinerò e la ragione per la quale non la vaccinerò ho cercato di renderla molto semplice tramite un ragionamento logico che cercherò di farvi seguire. Credo che sia arrivato il momento di fermarsi un attimo, di vedere i dati che abbiamo raccolto fino ad ora, esperienze internazionali di mezzo mondo e riflettere. Dopodiché decidere che cosa è la cosa più giusta da fare”. Lo riporta ImolaOggi.

“Mi sembra un atteggiamento molto logico. Allora, è sicuro al 100% vaccinare i bambini per Sars COV 2 con questi tipi di vaccinazioni? Questa è la prima domanda che da medico, da padre, da professore universitario, e quindi da ricercatore, mi sono posto. Perciò ho fatto ciò che faccio normalmente, ricerco. E dalla ricerca, quello che ho trovato, a me invece non ha tranquillizzato per niente.” afferma il prof. Giovanni Frajese. “Questi vaccini a mRna sono una cosa completamente nuova, per niente assimilabile ai precedenti vaccini. Questo è un elemento che forse non è stato preso in considerazione in maniera completa. Questi sono anni di lavoro che servono normalmente per portare allo sviluppo di un vaccino. Il vaccino anti Covid è stato sviluppato in un tempo inferiore ai 18 mesi, mentre avrebbe dovuto essere studiato fino al 2033”.

Condividi!

One thought on “Prof. Frajese: “Mia figlia non la farò vaccinare: 18 mesi troppo pochi per sviluppare un vaccino”

  1. Anche perché ad oggi non esiste un caso di morte per covid 19 di ragazzi e bambini, invece ci sono molti casi di morte dopo la somministrazione del vaccino. Quindi 2+2 fa sempre 4.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: