Preside scrive a tutti gli alunni affinché si vaccinino: riceve in cambio un proiettile (FOTO)

Condividi!

Ha inviato una lettera a genitori e studenti con l’invito a farsi vaccinare e in cambio ha ricevuto indietro la missiva accompagnata da un proiettile. E’ quanto accaduto a Vincenzo Caico, preside del liceo “Buonarroti” di Monfalcone, in provincia di Gorizia. A denunciare l’intimidazione è stata l’Andis (Associazione nazionale dirigenti scolastici), di cui il professor Caico è vicepresidente della sezione Friuli Venezia Giulia. “Siamo di fronte a un grave e assurdo episodio di intimidazione che testimonia il livello di inciviltà che possono assumere le posizioni anti-vaccino”. Così in una nota a firma di Nicola Puttilli, presidente del Consiglio Nazionale Andis (Associazione Nazionale Dirigenti Scolastici). Lo riporta la rivista politica Mag24.

“L’Andis ha sostenuto l’importanza della massima diffusione della vaccinazione non solo tra il personale scolastico ma anche tra gli studenti, le loro famiglie e tutti coloro che, per le più diverse ragioni, avranno accesso ai locali scolastici. Il Consiglio nazionale dell’Andis, nell’esprimere unanime e forte condanna dell’accaduto, sollecita l’immediato intervento della magistratura al fine di individuare i vili autori del gesto e, nel contempo, chiede al Ministro dell’Istruzione di non lasciare soli e senza strumenti e supporti adeguati i dirigenti scolastici, in un frangente di estrema complessità ed incertezza e non privo di rischi, anche personali”, conclude la nota.

Condividi!

10 thoughts on “Preside scrive a tutti gli alunni affinché si vaccinino: riceve in cambio un proiettile (FOTO)

  1. E’ IMPORTANTE ascoltare il messaggio dell’Avvocato Mauro Sandri, rivolto a tutti coloro che, come lo stesso avvocato, NON vogliono farsi inoculare il siero genico contro il Covid-19.

    L’avvocato Sandri è in attesa di diverse sentenze, tese ad accertare:

    SE il “green-pass” sia legittimo (e il relativo danno all’Erario).
    SE lo Stato abbia fatto bene, o abbia fatto male, a ordinare il “lock down”.
    SE i tamponi siano applicati in maniera legittima, e in base a protocolli di credibilità.

    L’Avv. Sandri è in contatto con alcuni appartenenti alle Forze Armate e alle Forze di Polizia che stanno “assumendo una posizione chiarissima di contrasto alla narrativa governativa (min.33)”: l’avvocato sta dando loro assistenza, perché quei militari sono decisi a mantenere una posizione che sia in linea con gli interessi di tutto il popolo italiano.

    https://www.protocollodelpopolo.it/2021/08/27/avv-sandri-commento-allesposto-presentato-dal-dr-bassetti/

  2. CAUSA CONTRO IL DOTT. MATTEO BASSETTI PER L’ACCERTAMENTO DELLA FALSITA’ DELLE DICHIARAZIONI ALLA STAMPA.

    La partecipazione alla causa è ad offerta libera.

    Viene richiesto il pagamento di un danno non patrimoniale correlato all’oggettiva gravità del comportamento posto in essere dal citato medico. Le sue affermazioni, infatti, risultano di peculiare gravità, perché pervengono ad accusare i non vaccinati di essere soggetti destinati ad essere colpiti con tutta probabilità da un grave virus, e di pesare, quindi, sul sistema sanitario nazionale, nonché, circostanza ancora più grave, di essere veicoli di contagiosità del citato virus.

    https://www.santalex.eu/causa-bassetti

  3. SCUOLE ED UNIVERSITA’: AZIONI CONCRETE

    Le azioni di classe contro il Green Pass europeo (Reg. 2021/953) e nazionale (D.L.105/2021) (link) viene affiancata, per il mondo della scuola/università, da questa causa collettiva specifica, finalizzata all’opposizione al D.L. 111/2021.

    La rimozione del certificato UE costituisce il fondamento dell’opposizione a tutta la legiferazione sul green pass a livello nazionale. Per questo motivo, riteniamo importante che la partecipazione alla causa collettiva specifica per gli insegnanti presupponga l’adesione alla causa collettiva contro il Green Pass europeo.

    https://www.santalex.eu/obbligo-vaccinale-insegnanti

    1. Hai ragione e penso che chi ha fatto questo abbia sbagliato, ma mi sembra che un’intimidazione analoga arrivi anche dal campo vaccinista a oltranza. La sostanza che vogliono inoculare per forza perfino a ragazzi e bambini (malgrado sia dimostrato che non hanno praticamente nulla da rischiare dal virus ma molto da rischiare dal vaccino) equivale, nella pratica, a quella pallottola, perche’ e’ causa potenziale di danni alla salute e, non di rado, anche di morte.

  4. CAUSE LEGALI CONTRO LA LEGGE CHE CONSENTE AI MINORI DI ESSERE VACCINATI ALL’INSAPUTA DEI PROPRI GENITORI.

    https://www.youtube.com/watch?v=OFuOcA1ixQg

    min (11:06) La legge in questione stabilisce che “un minore è considerato conforme allo standard del consenso informato se è in grado di comprendere la necessità, la natura, e gli eventuali rischi significativi normalmente connessi alle cure mediche”.

    min (11:21) Inoltre, per legge la scuola può vaccinare i minori in segreto, e impedire ai genitori di venirlo a sapere. Ma tenere all’oscuro i genitori potrebbe significare il mancato riconoscimento tempestivo di eventuali effetti secondari causati dai vaccini. In particolare, gli effetti secondari gravi, quelli che richiedono immediato trattamento sanitario.

    min (12:56) Il rettore della Washington Public School (Lewis Ferebee) ha così commentato la questione: “La scienza è chiara: i vaccini sono lo strumento più efficace che abbiamo per fermare la diffusione del coronavirus. Per poter rispettare il nostro impegno di riaprire completamente le scuole per ogni studente ad autunno, come comunità è nostra responsabilità vaccinarci – inclusi gli studenti delle medie e delle superiori”.

  5. CAUSE LEGALI CONTRO LA LEGGE CHE CONSENTE AI MINORI DI ESSERE VACCINATI ALL’INSAPUTA DEI PROPRI GENITORI (CONSOLA SAPERE CHE CI SONO PAESI MESSI PEGGIO DEL NOSTRO).

    Washington D.C. (luglio 2021)

    La Corte distrettuale degli Stati Uniti dovrà pronunciarsi sulla presunta incostituzionalità del “Minor Consent to Vaccinations Amendments Act” (approvato nell’ ottobre 2020, ed entrato in vigore a marzo 2021). La causa è stata intentata da Children’s Health Defense, un’organizzazione gestita dall’attivista anti-vaccino Robert F. Kennedy Jr.

    Ovviamente, ANCHE I VACCINI GENICI COVID19 RIENTRANO TRA I VACCINI CHE I MINORENNI (almeno undicenni) PER LEGGE POSSONO “DECIDERE” DI FARSI INIETTARE ALL’INSAPUTA DEI PROPRI GENITORI.

    Ma, a condizione che: 1) il vaccino sia stato raccomandato dal Comitato Consultivo sulle Pratiche di Immunizzazione e 2) che il bambino, sia “capable of meeting the informed consent standard”. Il che significa che basta che i bambini annuiscano con la testa.

    In Italia, il modulo di consenso informato per la somministrazione di un vaccino a un minore deve ancora essere firmato da entrambi i genitori.

    https://www.washingtonpost.com/local/dc-vaccination-lawsuit-parental-permission/2021/07/16/d7710422-e649-11eb-b722-89ea0dde7771_story.html

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: