Pregliasco: “In arrivo la variante Centaurus. Tra settembre e ottobre nuova ondata pandemica”

Condividi su:

Dall’India starebbe arrivando una nuova sottovariante di Omicron. Pregliasco: “È 13 volte più veloce, e abile nel modificarsi. Mi aspetto una nuova ondata pandemica tra settembre e ottobre”. La sottovariante BA.2.75 di Sars-CoV-2, ribattezzata Centaurus dai social, ha i numeri per diventare “la prossima protagonista” della pandemia di Covid-19. In merito, il virologo Fabrizio Pregliasco ha pochi dubbi: “Credo davvero che possa essere una sottovariante candidata ad alimentare la prossima ondata di contagi fra 2-3 mesi”, stima il direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi. Lo riporta ADNKRONOS.

“I dati relativi alle mutazioni di Centaurus riferiscono una maggiore capacità di trasmissione, superiore a quella della Omicron attualmente dominante”. BA.2.75 mostra “poi anche una possibilità di sfuggire alla risposta immunitaria pregressa. Una potenzialità che, se confermata, può appunto garantire a questa sottovariante di diventare protagonista. Non ci sono invece al momento dati su una maggiore gravità di Centaurus”. Questo parametro “si potrà valutare solo su una casistica più ampia”, precisa Pregliasco.

Condividi su:

15 thoughts on “Pregliasco: “In arrivo la variante Centaurus. Tra settembre e ottobre nuova ondata pandemica”

  1. Ma smettilaaaaa, pagliaccio da strapazzo!!! Avete rotto i demeriti con ste varianti di tua nonna…

  2. A Preglià MAVAMMORIAMMAZZATO insieme a quella pantegana di merda di Bassetti, andate che è ora.

  3. Speriamo che crepi insieme a tutti i suoi familiari. Infame maledetto. Vorrei vederti crepare carbonizzato

  4. Sembra felice. Beato lui, evidentemente speculare sui creduloni porta soldi facili. Variante talmente altamente mortalah e pericoloza che esco dal 2020 e anche senza cacchini sperimentali sono ancora viva. E zero ricoveri in terapia intensiva. Mai finita nemmeno in un ospedale. Chiamasi semplicemente immunità naturale. La stessa di Nole. Se sei forte sei forte. Lo stesso però non si può dire dei cacchinati, anche oggi ho sentito le sirene delle ambulanze, ai ai… Altri covidioti evidentemente stanno stramazzando al suolo. Una signora è stata addirittura salvata 3 volte. Forse è soltanto questione di tempo prima che… Valeva la pena inoculare dosi di un vaccino sperimentale covid-19 a persone giovani, forti e sane se di covid-19 in Sardegna morivano soltanto anziani malati e obesi con patologie? Ho dei dubbi anche sugli anziani dato che non avevano alcun sintomo, secondo me morivano di vecchiaia. Per i grassi invece è diverso, possono anche morire di infarto. Poi esiste anche il fumo che fa male… Mi auguro tuttavia che i covidioti non ci ricaschino dunque, occhio, tele-idioti perché siete voi il loro business… E pensare che sul sito del ministero della salute i covidioti scrivono: “Ignoranti. Io mi HO vaccinato in farmaciaaaaa11!!” Come se vedere covidioti che schiattano fosse ignoranza. Sono loro che ignorano… SCEMI. L’immunità naturale ad esempio e come va la vita altrove… Poveracci… Avessero la mia di vita forse capirebbero che i problemi sono altri, altro che un’influenza… Che pena…

  5. Nomi sempre più ridicoli a livello di quelli dati alle perturbazioni climatiche. O sei ritardato o sei ritardato. E anche questa passerà.

  6. È vero ho sentito anche io, 13 volte più veloce ma non solo…pare che alla bisogna sappia fare anche la pizza e in alcuni casi anche un massaggino ai piedi.
    PAGLIACCIIIIII!!!!
    SIETE FINITI!

  7. Ricordiamo bene come nel suo ospedale lui non permetteva alla gente di curarsi se prima non era vaccinata/tamponata… non ricordo esattamente e dava la priorità ai covidiniettati o ai tamponati, creando pazienti di serie A e quelli di serie B. Se ben ricordo è stato ben sputtanato da FUORI DAL CORO che ha acceso i riflettori su questo miserabile personaggio… momento in cui spiegò, ritrattò… ma solo perchè era stato beccato… In mediaset play c’è la puntata on line dove hanno trattato questo schifo…. non si dimentica niente!

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.