Politologo: “Io sono del Pd ma non voterò Pd. Fanno schifo, non mi turerò il naso stavolta”

Condividi su:

Non ho mai visto errori così clamorosi come quelli commessi da Enrico Letta. Errori basici, di tenuta conto della politica». A dirlo Isaia Sales, politologo, scrittore e saggista. «Io sono uno del Pd che non voterà il Pd. E dico queste cose perché mi posso permettere il lusso di immaginare il meglio e non turarmi il naso e piegarmi al peggio. Ho un’età alla quale fa schifo votare per un partito che coltiva in vaste aree del Paese il familismo, addirittura il matrimonialismo», ha spiegato Sales, classe 1950, parlando delle «combine degli innamorati come motore di ricerca della carriera politica. Letta dovrebbe sapere che specialmente al Sud il notabilato è esposto alla corruzione e alla mafia».

Sales, intervistato dal Fatto Quotidiano, ha parlato della campagna elettorale in corso come della «più scontata, più fredda, con comportamenti suicidari assai interessanti» che si sia vista nella storia repubblicana, segnata da errori eclatanti da parte di Letta. «Dici che stanno arrivando i fascisti e metti in campo il campo più stretto possibile? Se lo dici, devi immaginare una vasta coalizione. Invece che fai? Butti a mare il M5S, col quale hai governato negli ultimi tre anni, proprio quando questo movimento aveva virato a sinistra. Sta per arrivare la peggiore destra e ti allei con Di Maio invece di impedirgli di fare la scissione?», ha commentato il professore, secondo il quale Letta, invece, avrebbe dovuto puntare su Conte, mentre «ha immaginato di sostituirlo con Carlo Calenda senza valutare che quest’ultimo è uno dei figli prediletti dell’élite. E l’élite con una bassissima reputazione nel Paese. A me Calenda pare l’espressione fisica di una casta sempre uguale, che usa parole di disprezzo verso chi è a lui lontano».

Condividi su:

5 thoughts on “Politologo: “Io sono del Pd ma non voterò Pd. Fanno schifo, non mi turerò il naso stavolta”

  1. E male hai fatto a turartelo finora ciccio, però se pensi che votare chiunque altro cambi le cose in Italia sei proprio un fesso.
    Siete tutti furbi voi, anziché combattere per far cambiare questo indecente sistema elettorale continuate con ste pantomime squallide e molto demodé.

    Siete fossili, tutti quanti.

  2. E sul green nazipass nulla da dire? Questa è una critica antiquata, anni 70.. Unica cosa buona sarà un voto in meno ai lupi del Partito Demoniaco.

  3. Stranamente mi viene in mente quando i fascisti, dopo la caduta del fascismo, non ne trovavi uno nemmeno a pagarlo…
    Poi destra e sinistra, fanno pan-dan con il capitale.
    Per chi vuol capire.
    Questo fa finta di non capire..

  4. Il piddì ha la faccia come il didietro proprio… Conte poi, pff, un altro coglione incapace ma messo lì unicamente per la bella presenza e che parlava di TSO per i non cacchinati ed oltretutto ci ha pure rinchiusi per due mesi dentro casa senza motivo, (anche se le COVIDIOTE affette daa sindrome di Stoccolma dissero che era per il nostro bene, come no, anche se credo che lo avrà fatto totalmente in buona fede). Poi ha inventato inutili DPCM rendendo troppe persone schiave, sceme e soggiogate ma nonostante la paura di morire sono morte comunque, vedasi ad esempio il cancro che ha mietuto delle vittime anche da me, (nessuno le ha obbligate a fumare, rendendosi da soli soggetti fragili)… Inoltre ha fatto fallire moltissime aziende ed ha spinto sull’orlo del suicidio molte persone… Questo pidiota pentito non ha detto nulla riguardo la tessera nazifascista perché anche lui sarà a favore, ovvio. Dirà che serve a tutelare la nostra salute. Come se i giovanissimi che sono morti, oppure quelli che sono rimasti gravemente danneggiati a causa di miocarditi, pericarditi, paralisi, ecc, siano stati protetti e tutelati, ma mi faccia il piacere, va… Sono stati presi per malati immaginari poiché scomodi e sono stati pure costretti a pagarsi esami e cure… Ma mi fanno pena, anzi, mi fanno incazzare coloro che dicono: “Secondo i dati che abbiamo a disposizione i vaccini covid fanno bene. Dimostrami che fanno male”. Ma se vi sono studi ovunque, anche studi inglesi e non soltanto italiani… E i giovani non MUOIONO di covid, ho visto i dati, zero morti sotto i 50 anni… Pure da me alcuni giovanissimi sono morti dopo 2/3 dosi di vaccini sperimentali covid-19… Si leggessero cosa dicono Montanari, Frajese, Montagnier, Robert Malone, Meluzzi, il prof. Bizzarri, Stramezzi, De Mari, Balanzoni, ecc. Anche lo studio sul gruppo sanguigno immune è italiano, eppure è stato completamente ignorato in favore di una massiccia campagna vaccinale covid-19 sperimentale. Non è giusto, non va decisamente bene… Valutare rapporto rischi-benefici e fare un test sierologico forse avrebbe salvato tante persone… Guarda caso adesso stanno facendo quello che dicevo io, ovvero: raccomandare la vaccinazione ad anziani malati e fragili e non ai giovani sani… Obbligare è stata una mossa sconsiderata e da fascisti che ha ucciso tante persone… In Francia dissero: “Non può esservi un risarcimento poiché il vaccino sperimentale non era obbligatorio, è stato suicidio”. Covidioti, pensateci… Non siete tutelati. Se doveste crepare non avrete una causa, né la degna giustizia… Perlomeno in Francia si sono ribellati… Dopo che i cacchini hanno ammazzato anche i bambini ma è accaduto anche qui, eh… Ricordo pure una ragazzina di 12 anni e anche qualche minorenne…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.