Piantedosi: “Migranti sbarchino nei Paesi delle ONG che li traghettano. Non in Italia”

Condividi su:

Credo sia interesse di tutti contrastare i rave illegali. Trovo invece offensivo attribuirci la volontà di altri contesti, in cui si esercitano diritti costituzionalmente garantiti a cui la norma chiaramente non fa alcun riferimento». Lo ha riportato Affari Italiani.

Lo stesso sui migranti. «Abbiamo agito sin da subito per dare una segnale immediato agli Stati di bandiera. Non possiamo farci carico dei migranti raccolti in mare da navi straniere che operano sistematicamente senza alcun preventivo coordinamento con l’autorità». Insomma, la musica è cambiata. Lo hanno capito anche gli studenti della Sapienza dove, ricorda il ministro, «c’era da impedire l’assalto a un convegno regolarmente autorizzato». I tempi in cui al Viminale sedeva Luciana Lamorgese sono un brutto ricordo. E Piantedosi lo fa capire bene. «Questo governo – conclude – ha ottenuto un forte mandato elettorale su temi precisi. So cosa devo fare».

Condividi su:

8 thoughts on “Piantedosi: “Migranti sbarchino nei Paesi delle ONG che li traghettano. Non in Italia”

  1. Bravo Piantedosi !
    I prossimi direttamente ad Amburgo o Rotterdam via Gibilterra!
    Gli forniamo a pagamento gasolio e viveri , oltre ad un calcio in culo ai trafficanti ONG !
    Oppure voli stile cileno pinochet che non sono mai stati condannati !
    Con la musica di modugno volare !

  2. Severo ma giusto. Fossi stata una migrante mi avrebbero dato subìto lavoro e invece non lo sono e quindi il centro per l’impiego mi ignora apertamente… Per loro posso anche morire di fame… Che mestizia… Quanta povertà umana… Solidali soltanto con chi vogliono loro…

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.