Petrocelli: “Stop invio armi a Ucraina e togliere la fiducia a Draghi”

Condividi su:

“L’unica scelta politica vera è fermare l’invio di tutte le armi e togliere la fiducia a Draghi. Tutto il resto sono chiacchiere e propaganda elettorale, perché tutti i partiti hanno votato la delega in bianco per armare l’Ucraina fino a dicembre 2022”. Lo dichiara via social il contestato presidente della commissione Esteri del Senato Vito Petrocelli, del quale il presidente Giuseppe Conte ha chiesto l’espulsione dai 5 Stelle. Lo riporta Askanews.

Martedì prossimo 10 maggio la presidente del Senato Elisabetta Casellati ha convocato Capigruppo del Senato e Giunta per il Regolamento per superare il blocco di lavori della commissione che si è determinato a seguito delle dimissioni in blocco dei commissari di tutti i gruppi parlamentari per protesta contro la permanenza del filo russo Petrocelli alla guida della commissione Esteri del Senato italiano.

Condividi su:

15 thoughts on “Petrocelli: “Stop invio armi a Ucraina e togliere la fiducia a Draghi”

  1. Allineata della Casellati !
    Adesso chi e contro la guerra e l invio di armi e filo russo !
    Ma va a cagher !
    Tu e il tuo amico compagno di merende che sta mandando a puttane l italia per fare contenti gli usa e la nato , infatti andra in viaggio in usa per ricevere il premio per la sua lealta !
    Peccato che al Vile Affarista ormai il fiato gli puzzi tanto, visto i culi che sta leccando !

  2. Mascherine, vaccini, armi. Stiamo dilapidando tutti i nostri soldi per cose di altri.
    Se poi aggiungiamo i soldi che gli italiani spendono in droghe, puttane e travelloni stranieri mi sa che finiremo c’è la terra dei morti viventi.

      1. Ma che se ne fregano quelli dei banchi a rotelle; non li hanno mica cacciati di tasca loro i soldi.. . Adesso possono anche prendersi il lusso di ridere in faccia agli italiani di cui in due anni una buona parte ha perso il senso della dignità e un minimo istinto alla ribellione, sottomessi come sono stati a tutte le angherie possibili e astruse imposizioni, sempre avanti col capo chino e magari anche fieri di essere bravi cittadini obbedienti ed ossequiosi. VERGOGNA!!!

  3. Abbiamo un parlamento e senato, che tolti quei pochi Petrocelli, Granato, Cabras, Cunial e pochi altri, sarebbe tutto da cambiare. Traditori della Costituzione e del Popolo italiano! Ricordiamocene alle elezioni.

  4. Dino , chi vuoi che se me ricordi ?
    I sierati genici o in(o)culati ?
    Questi li voteranno ancora di piu !
    Per cambiare un sistema radicato in 75 anni ci vuole una guerra , che per sfortuna sta arrivando !

    1. Niente dura in eterno, questo satanico potere, nemmeno. Anzi, forse e’ ai suoi ultimi colpi di coda (i peggiori). Non credo che i soliti partiti, dopo tutto quello che hanno fatto negli ultimi due anni, saranno molto votati, anzi. Piuttosto, bisogna convincere la gente ad andare alle urne e votare per partiti nuovi (Alternativa, Ancora Italia, ecc.). Chi resta a casa non fa altro che il gioco del Potere, consentendogli di perpetuarsi rafforzandosi, perche’ i suoi sostenitori alle urne ci vanno eccome.

  5. oggi, in un supermercato ero l’UNICO senza mascherina. ormai è come il cellulare: ce l’hanno tutti in tasca e questi hanno la maschera in faccia. che popolo gregge di pecore e con un quoziente di intelligenza più basso di una dejezione

    1. E’ difficile togliere la mascherina dalla testa della gente, ma succedera’ inevitabilmente. Ho letto che, quando vi fu la Spagnola nel 1918, successe la stessa cosa.

  6. Fiducia? Io al malefico Draghi che ha uno sguardo davvero cattivo non affiderei nemmeno un pesce rosso. Correrebbe seriamente il rischio di morire di fame… Chissà se gli piacerebbero le caricature che gli dedico. Lol. Lo faccio anche troppo bello. Con quel cåzz0 di sguardo sinistro, brrr. Sembra il triste mietitore e non soltanto lui… l’Italia merita decisamente di meglio…

  7. Conte Giuseppe..? Deve solo pensare ai futuri guai giudiziari quando dovrà rendere conto (insieme ai suoi sodali) di ciò che ha fatto all’Italia e al popolo durante il mandato di primo ministro e a colpi di DPCM incostituzionali che hanno privato il popolo italiano dei basilari diritti costituzionali. Poi toccherà al suo successore.. .

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.