Pestata da africano: “Ho sempre difeso queste persone, non pensavo che la realtà fosse così”

Condividi su:

La testimonianza di Gigliola Zedda, brutalmente pestata da un africano di origine etiope a Roma: “Presa a cazzotti in faccia, buttata per terra e riempita di calci. Sono stati momenti veramente brutti, ho sempre difeso queste persone per ogni cosa, ma non pensavo che la realtà fosse così brutta”. Qualcuno glielo dica alla titolare del Viminale.

Condividi su:

4 thoughts on “Pestata da africano: “Ho sempre difeso queste persone, non pensavo che la realtà fosse così”

  1. Ahahahaaaa vi sta bene!!! queste persone sono le classiche che puntano il dito e ci danno dei razzisti! queste bestie sono prive di qualsiasi forma di sentimento umano! infatti questo è il ringraziamento !! sono delle MERDE e quando lo capirete sara’ comunque troppo tardi!

  2. “Non pensavo che la realtà fosse così…” Ohhhhhhh, ma pensa, ma i notiziari non li aveva mai guardati? Peggio per te, la prossima volta usa il cervello, anziché ascoltare le frescate dei piddini.

  3. E chiedere scusa a quelli che se ne preoccupano da sempre, no?
    Sicuramente li hai sempre disprezzati.

  4. Ringraziamo il piddì per questo… Magari è una di quelle che si definisce democratica e non discrimina chi ha un colore di pelle diverso dal suo e poi magari discrimina una piccola parte di italiani. Poi guarda caso ho notato che stanno morendo anche persone che indossavano sempre la mascherina chirurgica e pubblicavano foto con essa sui social e le solite menate sui social tipo: ‘Stai a casa’. Tanto quando c’è da morire si muore lo stesso: tumori, infarti, ecc. Cose ben più gravi di una influenza. Comunque non scriverò più che sono sana e forte, i covidioti mi hanno frastimmata, (messo il malocchio), avevo dolori fortissimi in mezzo al petto per giorni. Che tristezza…

Rispondi a Principessa Esmeralda 👑 Annulla risposta

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.