Pescara, Federico si accascia a terra a muore a 46 anni: malore improvviso

Condividi su:

PESCARA – Spoltore piange il geologo Federico D’Amico, 46 anni, morto improvvisamente dopo un malore. La tragedia ieri mattina quando ha raggiunto Ortona in bicicletta con il fratello Emanuele e con un amico. Aveva percorso già diversi chilometri quando si è sentito male. Era partito da Pescara e si trovava in via Tripoli, alle porte di Ortona, quando si è accasciato dopo aver superato anche il tratto in salita che caratterizza la strada di accesso alla città di San Tommaso. Lo ha riportato ieri AbruzzoWeb.

È stato immediatamente soccorso dai passanti in attesa dell’arrivo del 118, e in pochi minuti è giunta sul posto un’ambulanza da Ortona. I medici hanno tentato disperatamente di rianimarlo, fino a quando non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Una morte che lascia sgomenti tanto più che nel giro di pochi giorni, dall’inizio del mese, ricorda Il Centro, altre due persone della stessa età hanno perso la vita in circostanze più o meno simili, a distanza di qualche decina di chilometri di distanza: altri due uomini si sono sentiti male durante o dopo l’attività fisica e in entrambi i casi l’epilogo è stato lo stesso, non ce l’hanno fatta.

Condividi su:

3 thoughts on “Pescara, Federico si accascia a terra a muore a 46 anni: malore improvviso

  1. Vuoi vedere che nelle vicinanze, vi sono impianti 5g e, che questi erano sierati?… Un video ripreso da una telecamera in Spagna, fa vedere un ciclista che crolla da fermo… A pensare male, ma no, chi ci governa nn lo farebbe mai .. o, quasi.

  2. Il 5G + il v sono una combinazione letale. Il grafite ossido contenuto nel v e’ l’elemento che permette al 5G di interagire con gli essere umani. Bill Gates & Co. vogliono ridurre la popolazione mondiale ad un terzo. Voila’, il piano sta mettendosi in atto.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.