Parroco contro sbarchi: “Quali persecuzioni, vengono con smartphone e catenine d’oro”

Condividi!

Non tutti i preti si sono venduti al pensiero unico immigrazionista. Anzi, una buona parte, rimanendo fedele al Cristianesimo, la pensa in maniera diametralmente opposta. Ne è la dimostrazione il parroco di Sora (Frosinone), Don Donato Piacentini. Egli, nel corso delle celebrazioni per il patrono San Rocco, dal pulpito allestito in piazza, si era scagliato contro quelli che “vanno a soccorrere persone che hanno telefonini o catenine e catene al collo e che dicono di venire dalle persecuzioni. Ma quali persecuzioni? Guardiamoci intorno, guardiamo la nostra città, la nostra Patria. Guardiamo le persone accanto, che hanno bisogno e quante ne conosco io, sono tante, tantissime, una marea che si vergognano del loro stato di vita”.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.