Palermo, docente morta dopo il vaccino: indagato medico vaccinatore per omicidio colposo

Condividi su:

PALERMO – La procura di Palermo ha notificato un avviso di garanzia per la morte dell’insegnante Cinzia Pennino, la professoressa del Don Bosco morta il 28 marzo a 17 giorni dalla somministrazione della prima dose del vaccino AstraZeneca. Il provvedimento è stato notificato al medico vaccinatore Vincenzo Fazio, difeso dall’avvocato Dario Gallo, che è indagato per omicidio colposo e nelle prossime settimane sarà interrogato dal pm Giorgia Spiri.

All’insegnante è stato inoculato il vaccino AstraZeneca. Dopo dieci giorni avrebbe iniziato ad avere dolori addominali e avrebbe anche vomitato. L’insegnante era andata al pronto soccorso del Buccheri La Ferla. Una Tac ha fatto emergere una trombosi addominale in atto. La paziente era stata così trasferita al reparto di Ematologia del Policlinico ed era poi finita in terapia intensiva, dove è morta il 28 marzo. Lo ha riportato oggi il giornale locale BlogSicilia.it.

Condividi su:

6 thoughts on “Palermo, docente morta dopo il vaccino: indagato medico vaccinatore per omicidio colposo

    1. Se però i medici e gli infermieri si RIFIUTASSERO di iniettare il veleno (invece di approfittare del lauto compenso associato alle “vaccinazioni contro Covid-19” )… le cose sarebbero diverse. Hanno controllato se esisteva la prescrizione medica prima di fare la “vaccinazione” alla docente?

      Le mie condoglianze alla famiglia di Cinzia Pennino.

  1. Eran trecento !
    Eran giovani e forti !
    E sono morti !!!
    la versione moderna della spigolatrice di Sapri !
    Spigolatrice ?
    Ma oggi qualcuno sa cosa faceva una spigolatrice ?
    lavorava marginalmente per vivere , ma ora che tutto sembra arrivare dall alto e da internet nessuno piu pensa a dove si puo arrivare lasciando questi pazzi a condurre il mondo !
    Ritorno agli stati sovrani e galera x i CEO , dirigenti banche e politici collusi !

  2. “Impugnare o non impugnare la sanzione di 100 euro per violazione dell’obbligo vaccinale?”

  3. E’ in atto un genocidio di massa e nessuno ancora alza un dito ,la magistratura è totalmente assente,i politici uno piu’ imbecille dell’altro tutti allineati alla narrativa pandemica, gran parte dei cittadini italiani come delle pecore e tutti rincoglioniti davanti alla TV ad ascoltare la merda mediatica del regime totalitarista. Questo è solo l’inizio, appena cominceranno a morire un gran numero di vaccinati , e la cosa sara’ molto evidente, scoppiera’ il caos.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.