Orbán su Soros: “Vuole fare dell’UE un continente di immigrazione senza identità”

Condividi su:

Continua la guerra a tutto campo tra Viktor Orbán e George Soros. Diversi media globalisti, il 20 novembre, hanno pubblicato un ultimatum di Soros in cui sollecitava l’Europa a rimanere ferma nei confronti dell’Ungheria e della Polonia. Questi due Paesi hanno posto il veto alla proposta di bilancio pluriennale dell’Unione europea (UE) e al Recovery, perché la UE vuole legarlo all’accettazione del ripopolamento con immigrati. Così l’OBS, una testata francese.

In un testo dal titolo “L’Europa non può giurare fedeltà alla rete Soros”, Viktor Orbán risponde all’articolo di George Soros. Il primo ministro ungherese lo accusa di essere un “delinquente economico” che cerca di controllare l’Unione europea attraverso una “rete che permea la burocrazia europea e le élite politiche da tutte le parti”. La “rete Soros […] lavora da anni per fare dell’Europa un continente di immigrazione” e “per promuovere l’eliminazione dei popoli”. L’obiettivo è quello di creare una società “multiculturale ed etnicamente mista” che sarebbe “nelle mani delle élite globalizzate”.

Soros, prosegue, “mette i popoli d’Europa l’uno contro l’altro” utilizzando “mezzi molteplici e attivi sulle più svariate scene della vita pubblica”: “L’elenco è lungo di leader politici, giornalisti, giudici, burocrati, propagandisti politici travestiti da rappresentanti della società civile che sono a busta paga di George Soros”. Il miliardario viene presentato come “l’uomo più corrotto della terra” , che “paga e compra tutto quello che può” e denigra gli altri “attraverso la stampa di sinistra”.

Condividi su:

One thought on “Orbán su Soros: “Vuole fare dell’UE un continente di immigrazione senza identità”

Rispondi a angelo Annulla risposta

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.