Nuova Zelanda, 26enne muore dodici giorni dopo il vaccino Pfizer: arresto cardiaco

Condividi su:

NUOVA ZELANDA – La morte di Rory James Nairn, 26 anni, di Dunedin è oggetto di indagine da parte delle Autorità sanitarie e giudiziarie per accertare se possa essere collegata al vaccino Covid ricevuto 12 giorni prima. Il giovane è morto il 17 novembre nella casa che condivideva con la fidanzata Ashleigh Wilson. Nairn ha ricevuto la sua prima dose del vaccino Pfizer Covid-19 il 5 novembre.

Wilson ha detto che Nairn, un idraulico, ha iniziato a sentire un battito cardiaco accelerato poche ore il vaccino. ”Non abbiamo mai considerato gli eventi che seguirono. Rory aveva regolarmente palpitazioni cardiache durante la notte e, ancora una volta, pensavamo che fosse stress. Dodici giorni dopo, Rory ha avuto di nuovo le palpitazioni durante la notte e dolore al petto”. Alle 3 del mattino del 17 novembre la coppia ha deciso di recarsi in ospedale per rassicurazioni. Ma in pochi minuti Nairn ha perso conoscenza.

“È stato davvero, davvero traumatico”, ha ricordato Wilson. “L’ho visto morire e non sono riuscita a fare nulla. Stavamo per partire per l’ospedale e lui era in bagno e ho sentito un tonfo. Era caduto, il suo corpo stava bloccando la porta, tutto il suo peso era contro di essa e non riuscivo ad aprirla. Potevo solo vederlo attraverso una fessura nella porta, potevo vedere che se n’era andato”.

Wilson ha chiamato il numero di emergenza 111 e i paramedici hanno cercato per 40 minuti di rianimarlo, ma è stato dichiarato morto. Lei crede che la sua morte possa essere stata un evento cardiaco avverso a causa del vaccino, ma nessuno può darle risposte concrete. Un portavoce del medico legale della Procura, Sue Johnson,  ha affermato che il caso di Nairn è “in esame”. Il funerale di Nairn si è tenuto il 25 novembre. Lascia i suoi genitori e fratelli. Segue la FONTE.

Condividi su:

2 thoughts on “Nuova Zelanda, 26enne muore dodici giorni dopo il vaccino Pfizer: arresto cardiaco

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.