No Green Pass, vicequestore Schilirò verso il licenziamento: “Mi indicano come terrorista”

Condividi!

Il Green Pass obbligatorio “viola gli articoli della prima parte della Costituzione. E se una legge è illegittima ho il dovere di dirlo proprio perché sono una rappresentante dello Stato. Sono una poliziotta. Non ho commesso alcun reato”. Lo dice in un’intervista a Repubblica Nunzia Alessandra Schilirò, la vicequestore di Roma finita al centro delle polemiche dopo le sue dichiarazioni dal palco della manifestazione No pass di San Giovanni. Ieri è tornata a lavoro, alla Criminalpol. “Alcuni colleghi non mi salutano più, mi vedono come un mostro. Per altri sono un’eroina. Non mi sento né l’uno, né l’altra”, spiega lei. In ogni caso, “incolparmi degli scontri è pura fantascienza”, perché “non ho incoraggiato alcun atteggiamento di violenza”.

Lo sa che rischia il posto per le sue dichiarazioni? “Assolutamente sì. Temo che possa finire così ma è fondamentale chiarire che su quel palco ero una libera cittadina. Ero Nunzia Alessandra Schilirò, non indossavo la divisa. Stavo esercitando il mio diritto di espressione. Sono conosciuta come poliziotta perché la stessa amministrazione mi ha mandata per anni in televisione a rappresentarla per le indagini che ho svolto. Adesso mi indicano come una terrorista. È assurdo, io sono una pacifista e mi ispiro a Ghandi”.

“Se una legge è illegittima ho il dovere di dirlo secondo l’articolo 54 della Costituzione – ribadisce -. Il Green Pass è uno strumento di discriminazione. Non ho commesso alcun illecito. Impugnerò qualsiasi provvedimento nei miei confronti, non mi fermerò”. Quanto all’obbligo di Green pass che scatterà dal 15 ottobre, “non ho ancora deciso. Valuterò diverse strade”. Schilirò si dice “sofferente e delusa dal trattamento che mi ha riservato l’amministrazione” e svela di aver ricevuto proposte dalla politica: “Sì. Ma al momento sono una poliziotta, non ho intenzione di fare politica”.

Condividi!

9 thoughts on “No Green Pass, vicequestore Schilirò verso il licenziamento: “Mi indicano come terrorista”

    1. Per forza. Più che normale. Chi si espone contro il sistema le porte della politica si aprono. Perché forse gli altri ora politici hanno fatto strade diverse?

  1. Qui l’unica da licenziare con urgenza è la signora Lamorgese, quella che non fa nulla per bloccare l’invasione continua di clandestini, quella che distoglie gli agenti da servizi importanti mandandone tantissimi ridicolmente nelle stazioni ferroviarie, per un inesistente blocco dei treni dei “no-vax”, quella che non fa nulla per impedire il rave party, ecc. ecc. La grande vice-questore Schilirò aveva tutto il diritto di manifestare la sua opinione di poliziotta e cittadina contro un provvedimento vergognosamente illegale, incostituzionale e discriminatorio come il green pass.

  2. Sono d’accordo con il Vicequestore Schilirò! Se una Legge è sbagliata, chi ha fatto giuramento di fedeltà per difendere l’italia Sua Patria con le sue leggi e la nostra libertà di espressione(viviamo in democrazia e questa si deve difendere per mantenerla), è giusto che lo dice, se rimane in silenzio diventa complice e non fa il suo dovere nel Suo lavoro. Sbagliare è umano, ma negarlo è diabolico. Come libero cittadino ho espresso il mio onesto e sincero giudizio, senza favoritismo nè per il Vicequestore nè per il Governo.

  3. Pienamente appoggio il Vicequestore Nunzia Alessandra Schilirò non ha commesso alcun reato forse qualcun altro lo ha commesso al vertice apicale del ministero.

  4. non ho nessuna simpatia per lamorgese chi l’ha votata? nessuno e seduta su una poltrona abusivamente come tutti d’altronde è in più ci stanno portando alla dittatura che piano piano si cercava di lasciarla al funesto passato, ed invece viviamo una Italia forse più funesta e brutta di prima purtroppo e lo ribadisco sempre satana ha preso il potere manifestiamo ma portiamo il rosario se tutti lo facessero tante brutte cose le avremo potuto evitare forza dottoressa Schilirò il popolo è con lei

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: