“No ai tamponi. Vaccinatevi”. Morto per un male il giornalista sportivo Roberto Renga

Condividi su:

Il mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Roberto Renga. Da tempo lottava contro una brutta malattia che se l’è portato via all’età di 76 anni. Aveva seguito ben sette mondiali e altrettante edizioni degli Europei, due Coppe d’Africa, una Coppa America, i Giochi Olimpici in Australia. Lo storico giornalista sportivo, con una lunga carriera a Il Messaggero, ha voluto annunciare la sua morte con un tweet postumo: “Non posso lamentarmi. Sono stato molto amato e molto odiato. Il mio perdono a tutti meno tre“, ha scritto. Contrario ai tamponi, invitava tutti gli italiani a vaccinarsi. Lo ha riportato TuttoJuve.com.

Condividi su:

9 thoughts on ““No ai tamponi. Vaccinatevi”. Morto per un male il giornalista sportivo Roberto Renga

  1. Credo che i giornalisti inizino seriamente a cagarsi addosso e fanno bene, l’ecatombe vera è solo questione di mesi, il tempo che i vaccini facciano bene il loro lavoro.

  2. E senza troppo disturbo, qualcuno sparirà. Saranno forse i troppo furbi, e i CRETINI di ogni età…

  3. E non è l’unico… Ce ne saranno molti di più di covidioti che MUOIONO. “Cacchinatevi tutti per il bene di Pfizer e co… glioni”, diceva, ma mica ti inoculi da solo/a le dosi. Boh. Anche gli immuni, i giovani forti e sani, ecc? Boh. Io non lo capisco… Con tutti gli effetti collaterali che possono dare, addirittura possono portare alla morte… Non si parla nemmeno di una dose ma bensì di 3/4… Davvero troppe, già indeboliscono e ammazzano così i fragili, figuriamoci un organismo SANO che non ha bisogno di nulla e dalla sua ha già l’immunità naturale… Penso ad esempio alla ragazzina che ebbe la febbre e poi morì… Aveva già gli anticorpi… Non sono acqua fresca… E poi un cacchinato contagia tanto quanto un non cacchinato, se non addirittura di più… Per non parlare della Spike… Era pericoloso con questa propaganda dannosa. Se l’è portato via anche troppo tardi. Comunque adoro gli italiani che scovano queste perle…

  4. questo è un altro prepotente, che con arroganza cercava di dare ordini agli altri e, con la passione del dittatore!
    ma la bestemmia ricade sempre in testa a chi la dice: si è contagiato del suo stesso veleno che voleva fosse somministrato agli altri!.. avanti il prossimo, perché sottoterra per gli stronzi, gli idioti e i dittatori, il posto non manca mai.

  5. La cosa che più ci rattrista, però, è che questi PREPOTENTI E ARROGANTI, o sono degli IGNORANTI che DAVVERO non hanno capito niente di nulla, di nessuno, e tanto meno della VITA, o sono dei GRANDISSIMI FARABUTTI, venduti al satanico potere che li “MANTIENE” corrompendoli con un po’ di denaro e li manipola per i suoi scopi.

    Probabilmente all’Inferno c’è penuria di elementi, metaforicamente finiti tutti arrostiti dopo tanto tempo, e Satana fa riciclaggio di nuovi criminali per riempire i posti rimasti vacanti.
    In ogni caso, elementi come questo “ex giornalaio”, è meglio che stiano all’INFERNO piuttosto che qui a rompere i “coglioni” nella concretezza delle loro incomprese realtà.

  6. ma perchè fare i tamponi? è ESCLUSIVAMENTE chi ha fatto 0 tamponi per coglioni e 0 vaccini per cretini e non ha mai chiuso e chiesto il merdpass che può dire di aver combattuto il nazismo. gli altri muti devono stare. chi non si è vaccinato e ha scaricato il merdpass da malattia o tampone deve TACERE. capito novax dei miei coglioni?

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.