Nasce in Italia il partito islamico: “Vogliamo entrare nelle istituzioni”

Condividi!

Da un pò di tempo, scrive il sito www.dailymuslim.it, si parlava della necessità o meno della costituzione di un Partito Islamico in Italia, per dare un punto di riferimento ai musulmani residenti in Italia che non si ritrovano nei valori dei partiti tradizionali, e per avere una rappresentanza soprattutto politica e istituzionale della locale comunità musulmana presso le istituzioni. Questo è l’obiettivo del movimento chiamato MIID, che è l’acronimo di Movimento Islamico Italiano Democratico, fondato a Roma, precisamente l’8 aprile di quest’anno. Il movimento è composto da italiani e stranieri, di fede musulmana, ma non solo, in quanto si propone come movimento inclusivo e in grado di coinvolgere figure di altre religioni purché in sintonia con i valori morali dell’Islam e della Costituzione Italiana.

Dichiarazione del presidente del MIID, professor Francesco Caracciolo: “Ciò a cui infatti punta in primis il MIID è il dialogo e la collaborazione tra il mondo islamico e le altre componenti del tessuto sociale, a cominciare dalle Istituzioni Democratiche, con le quali il Movimento intende rapportarsi in modo organico. Non è certo un caso, infatti che nell’acronimo “MIID” compaiono appunto le parole “Italiano” e “Democratico”. Come tanti altri illustri predecessori (uno per tutti: la Democrazia Cristiana), il MIID vuole dare voce e rappresentanza a tutti quegli Italiani che, sentendosi profondamente ITALIANI, sia per nascita che per adozione, condividono i Valori etici e morali di cui il MIID è espressione; nella cornice di riferimento rappresentata dalla Repubblica Italiana, dalla sua Costituzione e da tutto l’apparato delle Istituzioni Democratiche, che il Movimento non solo riconosce e rispetta, ma sostiene apertamente.”

Condividi!

3 thoughts on “Nasce in Italia il partito islamico: “Vogliamo entrare nelle istituzioni”

  1. Come fanno a dire queste SCEMENZE.?
    Ricordo che nell’anno 2000, vi era stato un incontro tra gli organi dello stato costituzionalisti e questi qui, per vedere se il loro diciamo credo era compatibile con la costituzione italiana…
    LA RISPOSTA È STATA UN GROSSO NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.
    Cercate questa analisi, che lo riportava un giornalista italiano.

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: