Napoli, muore per Covid dipendente ASL nonostante fosse vaccinato con la doppia dose

Condividi su:

NAPOLI – Lutto a San Giuseppe Vesuviano per la morte di Angelo Serpico, dipendente dell’Asl Napoli 3 Sud. Angelo, che lascia la moglie Luisa e le figlie Giovanna e Francesca, era ricoverato all’ospedale di Boscotrecase per Covid. Sgomento in città, fra parenti e amici che non si danno pace per questa tragica notizia. Tanti, in questi giorni, i messaggi pubblicati sui social per ricordarlo. Lo ha riportato ieri Napoli Today.

Il messaggio di Massimo: “Ciao Angelo amico speciale collaboratore leale e perfetto. La tua dipartita mi addolora profondamente perché ti ho ho sempre considerato come uno di famiglia sempre presente anche quando non ero il tuo capufficio. Bastava chiamarti e tu come al solito ti precipitavi da me per offrirmi la tua consueta disponibilità. Mi mancherai moltissimo. Tu generoso e leale con tutti hai lavorato per un’Azienda matrigna che ti ha negato la soddisfazione della promozione che tu ampiamente meritavi per il tuo quotidiano impegno. Adesso riposa in pace e dai forza ai tuoi familiari e a tutti coloro che contrastano anche in tuo nome le ingiustizie”.

Condividi su:

7 thoughts on “Napoli, muore per Covid dipendente ASL nonostante fosse vaccinato con la doppia dose

    1. MOTIVO DELLA SCELTA: —-> SE I SANITARI NON VACCINATI NON LAVORANO, LE PERSONE CHE NECESSITANO DI ASSISTENZA MEDICA SOFFRONO, O MUOIONO. —–> I R R A Z I O N A L E NON SI CAPISCE SE TUTTI I SANITARI SARANNO CONTROLLATI REGOLARMENTE, O SOLO I NON VACCINATI.

      “Il vice primo ministro e ministro della Sanità dell’Ontario Christine Elliott ha dichiarato mercoledì che la decisione di NON attuare una politica di vaccinazione obbligatoria contro il COVID-19 per i lavoratori ospedalieri è la “decisione giusta per il momento”, basata su una valutazione del rischio.

      Elliott ha affermato di aver valutato la situazione in altre province che hanno imposto i vaccini COVID-19, scoprendo che in B.C. ha comportato la cancellazione di interventi chirurgici e che in Quebec la provincia sta rivalutando la sua politica sui vaccini.

      Elliott ha affermato di non voler annullare gli interventi chirurgici nella provincia ed era preoccupata che avrebbero dovuto farlo se avessero implementato una politica di vaccinazione obbligatoria che avrebbe portato a una perdita di personale ospedaliero.

      Nonostante questa decisione della provincia, diversi ospedali hanno già attuato i propri mandati e hanno circa il due per cento del personale collocato in congedo non retribuito o licenziato a causa delle politiche”.

    1. @nuccioviglietti “PROGETTO SALUS” del DoD.

      Programma di analisi dati del Department of Defence (DoD) statunitense basato sull’intelligenza artificiale.
      AI-powered DoD data analysis program named “Project Salus”

      ——-> “In reality, that means the percentage of “fully vaccinated” people responsible for breakthrough infections, hospitalizations and deaths is substantially higher than what is shown in these data. If they are claiming a 71% rate, it may in reality be more like 80% or even 90%, but we don’t know for sure because they are hiding all negative health outcomes for the first two weeks after the vaccines are administered (by claiming those people are “unvaccinated,” which is a deliberate deception being used to try to hide the harmful effects of vaccines)”.

      “In realtà, ciò significa che la PERCENTUALE DI PERSONE “completamente vaccinate” responsabili di infezioni, ricoveri e DECESSI è sostanzialmente superiore a quanto mostrato in questi dati. Se affermano un tasso del 71%, in realtà potrebbe essere più simile all’80% o addirittura al 90%, ma non lo sappiamo con certezza perché NASCONDONO TUTTI I RISULTATI NEGATIVI SULLA SALUTE PER LE PRIME DUE SETTIMANE DOPO LA SOMMINISTRAZIONE DEI VACCINI (affermando che quelle persone sono “non vaccinate”, ma è un deliberato inganno utilizzato per cercare di nascondere gli effetti dannosi dei vaccini)”.

      INFATTI

      ——-> “Understand that the authors of this document state that those who are jabbed are not considered “vaccinated” until two weeks after they received the injections, which means that infections, hospitalizations and deaths which occurred from 0 – 14 days are ignored in this data set”.

      “Serve tenere a mente che gli autori di questo documento affermano che coloro che sono stati sottoposti a vaccinazione genica non sono considerati “vaccinati” fino a due settimane dopo aver ricevuto le iniezioni, IL CHE SIGNIFICA CHE INFEZIONI, RICOVERI E DECESSI avvenuti da 0 a 14 giorni VENGONO IGNORATI IN QUESTO SET DI DATI”.

      https://yournews.com/2021/10/02/2231096/ai-powered-dod-data-analysis-program-named-project-salus-shatters-official/?fr=operanews

      1. L’INTERVISTA INTEGRALE CON L’AVVOCATO THOMAS RENZ SI TROVA QUI

        Brighteon.com/c3c52dd7-7db9-4e1c-b386-58b9a6c97f5b

        ——> “Attorney Thomas Renz told Natural News today that these data should immediately result in not just the FDA’s revocation of mRNA vaccine EUA and approval status, but that the FDA, Fauci and Big Pharma’s top executives should be sued under RICO Act violations for racketeering and organized crime”.

        “L’avvocato Thomas Renz ha dichiarato oggi a Natural News che questi dati dovrebbero comportare immediatamente non solo la revoca – da parte della FDA – del vaccino mRNA EUA e lo stato di approvazione. Ma anche che la FDA, Fauci e i massimi dirigenti di Big Pharma dovrebbero essere citati in giudizio in base alle violazioni del RICO Act per racket e criminalità organizzata”.

        RICO ACT = Racketeer Influenced and Corrupt Organizations Act (RICO), è una legge federale degli Stati Uniti contro la criminalità organizzata e la criminalità dei colletti bianchi. Da quando è stata emanata nel 1970, è stata ampiamente utilizzata con successo per perseguire migliaia di individui e organizzazioni negli Stati Uniti.

        https://www.britannica.com/topic/Racketeer-Influenced-and-Corrupt-Organizations-Act

Rispondi

© 2019-2021 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.