Napoli, Alberto stroncato da malore mentre gioca alla PlayStation: aveva 46 anni

Condividi su:

NAPOLI — Ci ha lasciato improvvisamente Alberto Clemente. Stava giocando alla Playstation quando improvvisamente si è accasciato ed è morto a 46 anni. Una morte insolita che ha gettato amici e conoscenti nello sconforto più completo. Alberto Clemente, 46 anni, di Melito, è morto nella giornata di ieri. L’uomo stava giocando alla PlayStation quando avrebbe accusato un malore.

Da quanto si apprende, il 46enne si sarebbe sentito male. A stroncare prematuramente la vita di Alberto potrebbe essere stato un infarto o un ictus cerebrale. Mai era successo in Italia che qualcuno morisse così, tutta una volta, mentre è alle prese coi videogame. Nessuna correlazione.

Condividi su:

13 thoughts on “Napoli, Alberto stroncato da malore mentre gioca alla PlayStation: aveva 46 anni

  1. Cazzo che morte di merda !
    Qui riposa un vaccinato morto alla play station !
    Chissa se sulla lapide ci metterano il joi ?

  2. Non credo che ci sia da fare ironia, almeno lui non rompeva le palle ai non vaccinati, e chi si fa i cazzi suoi, merita il massimo rispetto soprattutto ora che non (purtroppo) non c’è più.

    R.I.P

  3. Grazie a chi asservito e genuflesso si faceva i cazzi suoi , noi subivamo la gogna mediatica, la tirannia medica, la condanna dei vaxxati ipocondriaci e ci hanno rubato 2 anni di vita !
    E grazie a quelli che si fanno i cazzi loro che le dittature colpiscono quelli che lottano per la liberta popolare, che e di tutti anche di loro !
    Quindi non merita rispetto , ma il disprezzo in quanto esseri inutili e dannosi , involontariamente supporter di dittatori e imperatori !!!

    1. Non sono d’accordo, lui aveva tutto il diritto di farsi i cazzi suoi, magari in cuor suo solidarizzava con i non vaccinati oppure se ne sbatteva le palle chi lo sa, ma occorre fare un distinzione tra coloro che si facevano i cazzi loro, e dai pezzi di merda che invece godevano per le restrizioni subite (in parte ancor oggi, dato che è ancora obbligatorio esibire il GP negli ospedali e nelle Rsa) dai non vaccinati.

      1. Non esiste alcuna distinzione tra l’ignavo che si fa e si è fatto i cazzi propri e chi godeva delle restrizioni.
        Se non capisci che sono le 2 facce della stessa medaglia problema tuo, e sei anche tu parte del problema di questo paese.
        Bene faceva Dante a sbattere gli ignavi nell’anticamera dell’ottava bolgia infernale, io invece li butterei nella savana a far da pranzo e cena ai predatori.
        Attenderò invece che il “vaccino” li estingua tutti.

    1. Come mai tutto questo interesse nei miei confronti? Ma chi ti si fila? Se cerchi sesso hai sbagliato sito temo, qui si parla di attualità, per le tue fantasie su di me rivolgiti a professioniste della tua città.
      Ah, rosica di meno pure.

    1. Disse il coglione che si firma alba chiara, un nome maschile ti mette in difficoltà evidentemente…ovvio.
      Tu il sesso al massimo lo trovi nel dizionario sotto la lettera S, ma dubito tu sappia dove cercare esattamente.

      Ripeto, rosica di meno ciccio, questo non è un sito per sfigati in cerca di sollazzo.

Rispondi

© 2019-2022 Stopcensura.online | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.